Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

mercoledì 31 luglio 2013

L'Italia è razzista??? Leggete per favore !!!

E' difficile veramente di giudicare o di fare delle scelte azzardati quando si tratta di un caso molto delicato come quello della ministra Italiana dell'immigrazione, Cecile Kyenge. Credo che in qualsiasi caso ci saranno sempre degli errori che sia da una parte o dall'altra.
Dare del razzista a qualcuno che vive a casa sua è un pochino esagerato? Prima di pronunciare una parola bisognerebbe esperimentare la sua azione altrove; provate ad andare in Congo a lavorare, cercate di viverci qualche anno e poi chiedete pure la cittadinanza; e se vi verra concessa, entrate per fare parte di un partito e poi cercate di entrare al governo??? Il Sud Africa è escluso, non esiste un bianco che fa parte integrante di un governo africano? I paesi africani, si sono rinchiusi su se stessi e non vogliono più a che fare con il bianco. Insegnano ai loro figli da piccoli di non fidarsi mai dell'uomo bianco. I bianchi laggiù sono considerati come la peste o il  colera. I neri non hanno mai amato i bianchi e tanto meno lo faranno proprio adesso. Guardiamo la realtà in faccia, i neri che vivono in europa, a mal appena accettano le direttivi dell'uomo bianco, essi si sentono sempre sottomessi e menaciati, si esprimono attraverso l'odio e la rabbia quando vengono rimproverati e non avendo scelta cecano sempre di nascondere le loro intenzioni che non prosperano la pace. Cercano di intenerire e di abbassarsi completamente nel bisogno e reagire in caso di prosperità.
Per quanto riguarda la ministra Cecile Kyenge, credo che lei debba proteggere per forza i suoi ideali per le quali si era candidata ed è consapevole dei problemi che avrebbe riscontrato? Essendo la prima donna nera ad entrare al governo Italiano, doveva aspettarsela una reazione del genere? E' normale! Non è in Congo? e a prescindere del colore, è finita male anche per la Josefa Idem che era per altro più bianca di tutte le ministre Italiane.
Per quanto riguarda le blasfemi di Calderoli e compagni, sono un po troppi, come anche sono troppi gli aggettivi xenofobi e razzisti attribuiti agli Italiani? Volete dire che in Congo salteranno di gioia se un bianco va al governo? Non fatemi ridere!!!
Io credo che l'Italia si difende soltanto nel suo piccolo spazio e volendo conservare le sue radici e la sua onorevole e grandissima storia millenaria di grande civiltà e non per tanto ce ne dimentichiamo che il primo paese a portare un uomo nero SAMMY BARBOT, come conduttore televisivo nel 77 con STEFANIA ROTOLO con i programmi giovannili come il PICCOLO SLAM. La Francia che ha avuto un infinità di colonnie e anche l'Inghilterra, questi ultimi diventaronno ultimi ad inserire i neri nei loro programmi.
Basta correre sempre al razzismo e lasciamo tranquillo questo paese come l'abbiamo trovato 30 anni fa quando prosperava e la sua gente ci accoglieva con i sorrisi e amori.
Gli africani non hanno mai accettato di cambiare le loro tradizioni arcaiche e ancestrali pur vivendo secoli in Europa, però vogliono cambiare l'Italia, un immenso paese di un ottimo curriculum? Anche io sono un straniero che non pretende nulla dagli italiani  e che ogni uno difenda il suo paese come può!!! Grazie Italia per sempre che ci hai accolti tutti.









Sammy Barbot negli anni 70 -80.



Sammy Barbot con Stefania Rotolo negli anni 70- 80.