Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

venerdì 13 settembre 2013

Il Papa Francesco contro la guerra!!!!

Ecco finalmente un grandissimo uomo, un straordinario uomo di pace, un uomo coraggioso, pieno di umanità di bontà di religiosità, di altruismo, di solidarietà, di grande sensibilità, di unione, di perdono, di grandissima umiltà, Francesco, un grande e unico papa nel suo genere e soprattutto è senza precedenti .  Papa Francesco è semplicemente contro la guerra e contro qualsiasi violenza, oppressione, speculazione, sfruttamento, invasione, colonizzazione. Il papa dice che non esiste un cristiano low cost, gli Ebrei e Musulmani sono i nostri fratelli, dobbiamo tendergli la mano e offrirli la nostra solidarietà, il nostro appoggio morale e sostenerli in questi momenti bui. Il papa Francesco è contrario alla guerra dichiarata dagli Americani contro la Siria al contrario dei magnati e sceicchi dei paesi del golfo che si sono schierati a favore degli stati uniti.. Il papa si è espresso senza alcuno timore soffermandosi sulle sue  parole: “ E’ una guerra commerciale, serve solo per vendere le armi “. Più chiaro di cosi??? A qualcuno dei media non piacerà questa dichiarazione del pontefice che difende i poveri sofferenti di una guerra senza alcun senso per il mondo. Il grande beneficio sarà contuso tra i primi paesi nel mondo, come era successo con la Libia di .Gheddafi
Un impegno morale quello del santo padre,  che contrasta con la bellicosità delle monarchie del Golfo che hanno largamente usato le loro risorse finanziarie per mantenere la guerra in Siria e che erano disposti a pagare il "prezzo" di scioperi degli Stati Uniti.
Se non hanno avuto della Lega Araba un grande sostegno per l'intervento militare, le monarchie del petrolio hanno portato, nel Consiglio di cooperazione del Golfo (CCG) per un "intervento immediato della comunità internazionale".
L’America è in ricerca di una coalizione internazionale usando qualche ministro arabo per farne un alibi della liga araba e soprattutto a parlarne nel  suo nome e manipulare  parlando sempre in nome della liga araba. Realmente non ci fu nessuna decisione presa in considerazione dopo l’incontro di John Kerry e i ministri di paesi della Liga Araba.
In realtà, che cosa sono le denunce che amplificano, tra un Occidente preso a pugni dai media, contro la guerra. I nove membri del Consiglio di Alba, l'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (Alba) ha "condannato categoricamente qualsiasi azione o intenzione di intervenire militarmente in Siria."
Alba chiede agli Stati Uniti di "astenersi da qualsiasi aggressione militare o la minaccia di impiego della forza contro il popolo e il governo," la Siria, accusando Washington di usare la stessa strategia contro il regime siriano in Libia , l'Iraq e l'Egitto.
Barack Obama aveva detto che "non sarà un altro Iraq o un nuovo Afghanistan." Cosa che potrà deludere i monarchi del petrolio????...