Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

giovedì 24 ottobre 2013

In Tunisia, il dialogo nazionale in fase di stallo, tra l'escalation terroristica

Secondo il Maghreb emergenti,
Inizialmente annunciato per Mercoledì , l'apertura di un dialogo nazionale è stata nuovamente rinviata al Venerdì , dopo la morte di sei poliziotti , mercoledì in scontri vicino a Sidi Bouzid e il discorso del primo ministro Ali larayedh considerata " ambigua " dall'opposizione che prevede un " franco" dimissioni impegno .

Questa è un'altra battuta d'arresto per il dialogo nazionale . Le discussioni tra la troika e l'opposizione per portare il paese ad una profonda crisi politica , che dovrebbe iniziare Mercoledì sono stati rinviati al Venerdì alle 10:00 a Tunisi, ha annunciato Mercoledì , il Segretario Generale dell'Unione generale tunisino lavoratori ( UGTT ) , Houcine Abassi . Il quartetto di mediazione ( UGTT , Utica , Ltdh Bar Association ) e le parti ' proseguiranno le loro consultazioni con il Presidente del Consiglio per maggiori chiarimenti sul suo discorso di oggi ( Mercoledì) , "si è ha detto.
Il quartetto e l'opposizione aspetta che il primo ministro Ali larayedh formalmente annunciato Mercoledì che il suo governo intende dimettersi entro tre settimane , come richiesto dai mediatori roadmap . Ma le parole del senso del Primo Ministro sono state considerate ambigue da parte dell'opposizione in modo che i negoziati non hanno iniziato . La morte di sei membri della Guardia Nazionale nel giorno sconvolto la testa tanto atteso di governo che ha parlato con cinque ore di ritardo del linguaggio .

Ali larayedh semplicemente ripetere la posizione che è sempre stato il suo e il suo partito , Ennahda , che il governo ha accettato il principio di dimissioni a condizione che la costituzione è finalizzato e pannello elezione istituito . "Noi cediamo a nessuno. Cediamo al maggiore tra l' interesse nazione " ha detto Mercoledì in una breve media. "La nostra priorità è l'aspetto della sicurezza . Abbiamo le unità in campo, abbiamo martiri e il gioco è fatto , i miei fratelli , non c'è tempo per la sua riuscita e il dialogo ", ha detto senza menzionare una volta che il termine " dimissioni ", come sperava l'opposizione.

Deterioramento della situazione della sicurezza
Sul fronte della sicurezza , sei poliziotti e un combattente armato sono stati uccisi il Mercoledì in scontri con un gruppo "terrorista" nella regione di Sidi Bouzid (centro - ovest), ha confermato Ali larayedh , aggiungendo che la forza tunisino " inseguito "altri attaccanti . Il funerale di sei gendarmi tunisini uccisi da un gruppo armato sono previste per il Giovedi , ma le famiglie delle vittime rifiutato qualsiasi presenza del governo alla cerimonia , secondo una fonte militare . Le autorità, che hanno dichiarato tre giorni di lutto nazionale non hanno annunciato una cerimonia ufficiale presso la caserma dei Aouina ( sobborgo di Tunisi ) , come avviene di solito in queste circostanze .

La scorsa settimana , decine di poliziotti e gendarmi unione deposto presidente Moncef Marzouki e il capo del governo di Ali larayedh omaggio a due poliziotti uccisi in un altro attacco nella regione di Beja , a 70 km da Tunisi . Danno la colpa alla mancanza di risorse per la lotta contro i gruppi armati . Se il governo ha poi annunciato la morte di nove "terroristi" in un'operazione militare , il combattimento ha scatenato una rivolta tra le forze dell'ordine . Il potente sindacato UGTT appello per uno sciopero generale per piangere Sidi Bouzid .

L'opposizione apparente, nel frattempo discorso larayedh