Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

lunedì 24 marzo 2014

Louisa Hanoune: "La mafia vuole controllare lo stato"

La candidata del Partito dei Lavoratori ( PT ) , Louisa Hanoune ha denunciato Domenica a Annaba , il sequestro di una mafia di cui "politica di  investitimento di denaro sporco ", prima di ricordare che "il denaro sporco era entrato in Parlamento nel 2012 . " E questo denaro sporco , dice, vuole infiltrarsi ovunque e in tutte le posizioni di potere . "
Rivolgendosi ai suoi sostenitori a Annaba teatro Azzedine  Medjoubi dove ha lanciato la sua campagna Hanoune ha rifiutato di fare " false promesse " ai suoi elettori , ma si è impegnata a "dare garanzie al popolo algerino e non alle multinazionali e il Fondo monetario Internazionale . "
Ricordiamola di essere una ragazza di questa città " di adozione" , ha spiegato che la scelta delL'antica BONA è motivata anche dal fatto che lei ha ottenuto i suoi primi passi lì in attivismo politico , le è valso di avere fatto per la prima volta prigione .
Come ha spiegato di avere scelto Annaba  per iniziare la sua campagna per la "vittoria" che è l'acquisizione da parte dello Stato , il complesso siderurgico di El Hajar .
La candidata del Partito dei lavoratori nelle elezioni presidenziali del 17 aprile , ha inoltre attaccato uno dei suoi concorrenti , Ali Benflis , senza citare il nome . A questo proposito , si osserva che " non sono mai stato una figlia del sistema " prima di mettere in discussione che fu primo ministro nel 2001? Continuando il suo atto d'accusa nei confronti di Benflis , ha notato che era primo ministro e voleva smantellare il codice del lavoro per rendere i lavoratori algerini "schiavi delle multinazionali . "
Louisa Hanoune , queste elezioni potrebbero portare al caos o alla nascita di una seconda Repubblica dopo avere concluso che essi intervengono in " un contesto di guerra . "
Per concludere il suo discorso , ha chiamato per andare in massa il giorno delle elezioni , perché è probabile che fornire una "rottura totale " con il sistema di " partito unico ", mentre avvertendo che " abbiamo una scelta di uscire fuori come vincitori in questa elezione o affondare nel caos che sta già minacciando i paesi interessati da quella che viene chiamata la primavera araba + + . " Come lei ha affermato che le elezioni presidenziali è " decisivi" e "diversi" da quelli del 2004 e del 2009 perché " si svolge in un contesto regionale di guerra più tentativi stranieri di destabilizzare il Paese".
Louisa Hanoune : « La mafia veut contrôler l’Etat »