Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

domenica 2 marzo 2014

Rilanciare l'industria mineraria

Gli idrocarburi sono stati a lungo la spina dorsale dell'economia algerina , ma negli ultimi mesi sono stati collocati sotto il segno delle attività di incoraggiamento in altre industrie estrattive , a seguito dell'entrata in vigore della nuova normativa aumento della produzione mineraria .
E 'infatti scrive esperto ufficio Oxford Business Group nella sua ultima pubblicazione in Algeria. Il testo della nuova legge mineraria è stata approvata dall'Assemblea Nazionale e la camera alta del Parlamento alla fine di gennaio . Visto come fondamentale , dovrebbe aiutare a stimolare ulteriore esplorazione e produzione nel settore , attraverso riforme che portano una maggiore trasparenza delle procedure e di offrire maggiori incentivi fiscali . Il Ministro dell'Energia e delle Miniere Youcef Yousfi ha detto che la legge aveva lo scopo di attirare gli investitori ", confermando l'interesse concesso da Algeria nel settore minerario ", pur sottolineando l'importanza della creazione di posti di lavoro e la salvaguardia dell'ambiente .

Abbracciare il cambiamento
Legislazione spiana la strada per la strategia del governo di assumere un ruolo guida e di aiutare il settore realizzare il suo pieno potenziale , concentrandosi su due aree che sono l'esplorazione e la ricerca . Una delle misure principali della legge è quello di rafforzare le competenze dell'Ufficio di ricerca geologica e mineraria , che vede la sua capacità di aumentare sia in termini di risorse umane e risorse materiali . Altre agenzie governative dovrebbero svolgere un ruolo più importante . Dopo la ristrutturazione , il nuovo Survey Agenzia Geologico d' Algeria , ex Agenzia Nazionale delle Miniere Patrimonio sarà responsabile della gestione delle infrastrutture geologico e minerario .

Un altro risultato della ristrutturazione , l'Agenzia Nazionale di Attività Estrattive , precedentemente conosciuto sotto il nome di Agenzia Nazionale di Geologia e Miniere di controllo , avrà il compito di gestire le attività minerarie e controllare le attività del settore . Entrambe le agenzie dovrebbero partecipare attivamente allo sviluppo di politiche minerarie . La legge prevede diverse misure di incentivazione per incoraggiare gli investimenti delle imprese private del settore .

Secondo il Ministero , l'Algeria ha attualmente più di 400 piccoli operatori di data mining che condividono più di tre quarti dei siti attivi . Esenzione dall'imposta sul valore aggiunto (IVA) è stato dato a beni strumentali utilizzati per la prospezione , esplorazione e la creazione di infrastrutture minerarie , come riferito settore dei servizi . La legislazione segna anche la fine di dazi, imposte e tasse doganali sulle importazioni di attrezzature destinati ad essere utilizzati direttamente nelle attività minerarie.

PENSIERO STRATEGICO
La legge definisce due diverse categorie di risorse minerarie - generali e strategicamente soggetti a regole diverse . La prima categoria permette a qualsiasi società algerina di impegnarsi in esplorazione e di estrazione , purché dispongano di risorse tecniche e finanziarie sufficienti , mentre le risorse strategiche possono essere esplorati e sfruttati dallo Stato e istituzioni pubbliche.

Sostanze radioattive, minerali metalliferi e l'uso industriale non metallici , metalli preziosi, pietre preziose e semi -preziose , così come grandi depositi godono bassi costi operativi a causa delle condizioni geologiche ideali , sono elencati in la categoria delle risorse strategiche . Disposizioni che consentono aziende pubbliche di utilizzare partner stranieri per i progetti comunque forniti , a condizione che lo Stato conserva un 51 % - simile a quello che si applica alla regola settore idrocarburi algerina .

Potenziale non sfruttato
In Algeria , ci sono zone ricche di risorse minerarie , sia il nord e il sud del paese , con più di 1.100 siti in 48 province. Secondo gli ultimi dati pubblicati dal Dipartimento per l'anno 2009 , la produzione sarebbe stato pari a 1,3 milioni di tonnellate di ferro , 1 milione di tonnellate di fosfato , 20 milioni di tonnellate di calcare , 10,4 milioni di tonnellate di argilla e 1,8 milioni di tonnellate di gesso .

Il governo algerino spera che i suoi sforzi per galvanizzare il settore attraverso nuove esplorazioni si tradurrà nella creazione di posti di lavoro , soprattutto nelle aree remote del paese , in cui un aumento dell'attività economica sarebbe il benvenuto . Secondo il Ministero , il settore impiega circa 30 000 persone nel 2009. Produzione da miniere e cave algerino è sceso negli ultimi anni e le cifre mostrano un calo nel 2010 ( 3,3 % ) , 2011 ( 9,5 % ) e il 2012 ( 5,6% ) .

Tuttavia, i primi sei mesi del 2013 mostrano segni di ripresa , e l' Ufficio nazionale di statistica ha registrato un aumento della produzione del 2,7 % su base annua . La crescita della categoria di pietra, sabbia e argilla , che mostra un incremento del 5,2 % , è in parte responsabile di questa inversione . C'è stata negli ultimi anni importanti riforme dei regolamenti minerari in Africa, sia nelle grandi produttori tradizionali come il Ghana e Sud Africa e produttori più piccoli, come il Marocco , molti di loro hanno scelto di aumentare i tassi di royalty e fiscale per favorire un incremento dei ricavi locali.

Risultato, gli incentivi previsti dalla nuova legge , ha scelto un percorso diverso , potrebbe attirare nuovi operatori minerarie straniere , ma soprattutto tutte le speranze sono per il settore e con il governo installato i controlli , l' Algeria dovrebbe impegnarsi in un periodo di crescita della esplorazione mineraria .
Relancer l’industrie minière