Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

venerdì 9 maggio 2014

Secondo Algeria - Focus
Giorno di vittoria in Francia per l'Algeria , l'8 maggio è un giorno di lutto . Se il giorno è un giorno festivo in Francia , è perché celebra la fine della Seconda Guerra Mondiale in Europa . Per l'Algeria , 8 maggio , 45 è il giorno triste strage di inaudita violenza è iniziata . Ironia della sorte , questi due eventi , uno che simboleggia un passo verso la pace , l'altra una regressione totale di umanità , ma lo stesso giorno sono intrinsecamente legate .
Vacanze in Francia , 8 Maggio 1945 è un giorno di festa . Si celebra la capitolazione della Germania nazista di Hitler , ma anche la fine di una guerra terribilmente violenta in Europa . Se 8 maggio segna una svolta importante nella 2a guerra mondiale , tuttavia , questa data non significa la cessazione totale dei combattimenti dopo la guerra contro il Giappone continuerà per alcuni mesi fino a quando gli abomini commessi a Hiroshima e Nagasaki .
capitolazione
La scena di giubilo in una sanguinosa repressione
I massacri di Setif , Guelma e Kherrata iniziato l'8 maggio 1945 . Per diverse settimane , l'esercito francese si impegnerà in massacri terribili causando la morte di migliaia di algerini , soprattutto in Setif , Guelma e Kherrata .
Nel maggio 1945 , l'Algeria è un dipartimento francese . 8 Maggio 1945 , quando sfilate si svolgono per celebrare la capitolazione tedesca , migliaia di persone hanno marciato pacificamente per celebrare la fine della guerra in Europa . Tra i partecipanti , includere bandiere francesi e algerini , slogan per la liberazione del fusibile Indipendenza Messali Hajd . Le autorità francesi non hanno apprezzato questi segni di indipendenza e ha chiesto che le bandiere patriottiche e bandiere algerine non sono volati .
capitulation
L'evento sarà poi traboccare quando ufficiale di polizia francese spara un giovane algerino, un colpo che è fatale. A seguito di questo, i manifestanti panico e disordini causando la morte di centinaia di cittadini europei.
Rappresaglia sproporzionata e punitiva si verifica quando si effettua un numero incalcolabile di vittime algerine. Secondo le autorità francesi, al momento, il record è stato 1.165 morti. Ma una relazione dei servizi segreti americani ha annunciato una revisione di 17 000 persone. Mentre il governo algerino, che propone una cifra di 45 000 decessi. Secondo gli storici, non ci sarebbe stato tra 8.000 e 20.000 morti. E alcuni parlano di "genocidio". L'8 maggio 1945, la televisione francese, al momento non parla, preferendo il silenzio strage che ha ucciso migliaia di algerini.
8 maggio
insoddisfatto
8 mai
A quel tempo, Ferhat Abbas e Hajj compreso Messali mantenere la speranza di un riconoscimento algerino e il loro desiderio di indipendenza. Queste speranze saranno drammaticamente delusi dagli eventi di Setif.
Nonostante il contributo algerino alla vittoria grazie alla partecipazione degli algerini nella seconda guerra mondiale, non hanno alcun riconoscimento. Le loro aspirazioni di indipendenza sono solo delusione. Niente di più suggestivo rispetto ai massacri dimostrata. Non verranno ascoltate le loro richieste di indipendenza. Così, i massacri di Sétif indicano l'inizio della guerra di indipendenza che verranno 10 anni dopo.
Hadj Messali
Un piccolo riconoscimento assunto
messali hadj
"Una tragedia imperdonabile", ha detto Michel Barnier è stato nel 2005, il ministro degli Esteri francese al momento. Tuttavia, una prima assoluta per un membro del governo francese. Per lo storico Benjamin Stora, il prezzo della riconciliazione non può che essere il riconoscimento che alcuni descrivono come "genocidio".
holland Bouteflika
Questi eventi drammatici indelebile storia comune di Algeria e Francia. Come sottolineato nel 1974 Abdelaziz Bouteflika "i rapporti tra la Francia e l'Algeria possono essere buoni o cattivi, in ogni caso non può essere banale." 69 anni dopo il massacro, il dovere della memoria è comunque importante fare in modo che non accada errori del passato, senza cadere in sconforto e un senso di vendetta che potrebbe precipitare la nostra civiltà nei momenti più bui della storia momenti e riaprire una ferita ormai rimarginata.
hollande bouteflika
François Hollande e Abdelaziz Bouteflika