Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

giovedì 8 maggio 2014

Una ministra di origini ebrei.. E allora???


 
Già dall'epoca dell'antica Numidia, vi vivevano gli Ebrei, addirittura prima ancora dall'arrivo dagli arabi e all'incirca il 5 secolo avanti cristo. Il popolo Berbero autoctono iniziò a praticare la religione Ebraica fino all'arrivo del cristianesimo. Gli Ebrei furono introdotti completamente nella società Berbera ed erano considerati tali i cittadini autoctoni. Non ebbero mai creato dei problemi e vivevano in comunità pacificamente. All'arrivo del cristianesimo con i Romani, c'erano Berberi che si convertivano e d altri che conservarono la loro antica religione ebraica.
Alla conquista degli arabi nel 642, il popolo Berbero subi una grande sconfitta e fuggi nelle montagne. Aokba Ibnou Nafaa e i suoi soldati infliggerò una orribile sconfitta agli abitanti della Numidia( cosi si chiamava l'Algeria all'epoca). C'erano tanti Ebrei Numidi convertiti all'Islam e cosi hanno dato l'opportunità agli arabi di colonizzare facilmente il paese. Egli si sarebbero contesi e misi d'accordo al fine di condividere il paese pacificamente. Come sappiamo che l'Ebreo non complica mai la vita, egli cerca solo di vivere in pace. e cosi fu fino ad arrivare alla cima più alta. Da qua allora, gli ebrei algerini, non ebbero l'opportunità di puntare in alto a causa della presenza di colonizzatori che continuavano a persuadere e a opprimere il paese. C'erano i romani, i punici, gli ottomani e poi i francesi che diedero la svolta alla storia quando colonizzarono l'Algeria.
Dopo la farsa inventata indipendenza dalla Francia, capitarono diversi opportunità agli Ebrei algerini di fondare lo stato. Con la complicità della Francia che formò Ben Bella ai suoi comandi e inventò un (Mujahid)) partigiano che ha fatto parte dei fondatori del partito unico FLN e che successivamente diventò il primo presidente algerino di fede ebraica ( anche se non l'ha mai confessato pubblicamente), di conseguenza egli era figlio di due immigrati marocchini ebrei. Ben Bella doveva rafforzare il suo ( impero) e cosi chiamò subito Abdelaziz Bouieflika offrendogli il posto di ministro degli interni che anch'egli secondo tantissimi fonti è un ebreo marocchino.
Oggi come oggi l'Algeria è una nazione plurale composta di diversi religioni e non credo che questo sia il grande problema??
Essere Ebreo, cristiano o musulmano conta poco. Quello che gli algerini temono e di perdere la loro vera identità millenaria offuscata dalla arabismo virtuale. Insomma la maggior parte di questi ebrei di oggi parla il dialetto arabo e comanda il paese in lingua araba per non destare i sospetti???
Se egli non sono arabi e perché mai allora non si arrendono alla realtà e di uscire allo scoperto???
Sappiamo che in Algeria non esiste il vero arabo e che nel governo non esiste nemmeno l'ombra di un vero arabo.
Quali sono le reali mosse di questo governo??? Perché allora non dovrebbe convalidare la lingua ebrea al posto dell'arabo???
Credo di aver ben capito che non sono gli arabi a comandare in Algeria come tanti credono. In pratica i Berberi sono i Palestinesi dell'Algeria???
Ai Berberi interessa di convalidare la lingua Berbera come prima lingua nazionale e conservare le tradizioni e costumi del paese e soprattutto di studiare la grandissima storia dei Berberi, Da Strudubal, Amilcare , Annibale, Massinissa, Jughorta, Juba, Derbal, Kossaila, Damia Tadamaits (Kahina) Yemma Gouraya eecc...
Credo che ci hanno resi ciechi per secoli con questa grande menzogna di essere colonizzati dagli arabi. Gli Ebrei fondarono per prima lo stato del  Marocco e successivamente quello della Tunisia di Bourguiba e in fine dell'Algeria. Per paura di creare delle rivoluzioni, gli Ebrei conservarono per secoli questo orribile segreto fino ai nostri giorni.
Nel XXI secolo, ormai iniziano ad uscire pian piano allo scoperto con delle mosse strategici, nominando dei membri nei posti più importanti di stato.
Io, dico benvenuta alla nuova ministra algerina Nouria Benghabrit-Remaoun e poco importa il suo credo, auguro che faccia delle buone cose per l'Algeria. Se lei è Ebrea, sicuramente ce ne saranno milioni di ebrei algerini a costantina, a Jijel, a Mila, a Medea, a Blida, a Tlemcen, a Bel Abbes, A Orano a Algeri, a Tigzirt e ecc...
Sappiamo tutti di questi notizie che non ci hanno mai turbato. Noi Berberi dell'Algeria, vogliamo di nuovo la nostra identità e di esseri riconosciuti come popolo autoctono del paese. I stranieri ben vengono i cinesi, gli europei, gli americani, gli indiani , gli australiani, i centro e sud americani...
Il paese deve vivere senza tabù ed aprirsi a tutte le culture del mondo.