Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

giovedì 23 ottobre 2014

E da noi la libertà di stampa è minacciata???

Secondo "Reflection"
Algeria e altrove, il giornalista è una professione pericolosa. Fatal volte. Sotto i colpi bombe in Siria, Iraq, dove la pressione dei dittatori o monarchi regimi come l'Egitto e il Marocco.
Capi di stato terribilmente preoccupato per l'onda d'urto che rivolte arabe sparsi in tutto il mondo che non vedono altro modo per sopravvivere che a reprimere tutto ciò che li minaccia, sono vicino a liquidare tutto ciò che è in la loro strada.
La classifica dei paesi che violano la libertà di stampa, varia ogni anno da paese a paese. Secondo Reporter Senza Frontiere, trenta capi di Stato diffondono il terrore tra i giornalisti.
Anche se in guerre e conflitti in tutto il mondo, i giornalisti sono spesso i più colpiti. In dittature, disturbando piuma stampa di solito finiscono dietro le sbarre per vedere il Marocco e l'Egitto, con una dozzina di giornalisti sono ancora accampati nelle carceri. Come abbiamo visto a Tunisi e al Cairo, prima della caduta di autocrati in atto. Questo è visto a Damasco, Yemen, Bahrein, Teheran anche il luogo dove, dal giugno 2009, più di duecento giornalisti sono stati arrestati.
E qui? La libertà di stampa è minacciata? Il confronto con gli esempi precedenti è piuttosto rassicurante. In Algeria, dopo l'introduzione della nuova legge informazioni dal Presidente Bouteflika, le minacce e le pene detentive ridotte per i giornalisti sono stati parzialmente rimossi dal codice penale.
La stampa qui, sta facendo bene. L'Algeria è l'unico paese al mondo in cui la libertà di stampa è dichiarato 'Giornata Nazionale Stampa' è e il 22 ottobre di ogni anno, si celebra oggi, è stato dichiarato dal presidente Abdelaziz Bouteflika come Giornata nazionale della libertà di stampa, tenendo conto del ruolo di questo settore nella promozione dei diritti, la difesa dei fondamenti della società e il contributo allo sviluppo globale. Infatti, quando si analizza la situazione un po 'in paese, vediamo che la libertà di espressione è progredita molto significativamente negli ultimi anni con l'emergere di giornali, radio e televisioni private. Questa crescita è innegabile.
Con quest'anno, l'ambiente mediatico ha appena aggiunto gli organi essenziali per la libertà di stampa, il cane da guardia dei media, il biglietto da visita e la nomina di un giovane giornalista ed ex capo del Dipartimento di comunicazione. È buona, durevole e ricca di opere che ripristinare e rafforzare la credibilità della nostra nobile professione, mentre ripristinare la fiducia e orgoglio alla quarta potenza e scrittori professionisti.
Et chez nous, la liberté de la presse est-elle menacée !?