Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

venerdì 5 dicembre 2014

Emiri torturano i fenici...

Secondo "360.com Algeria"
Immagini rivoltanti, barbari, indegni e parole sono deboli per descrivere questo comportamento emiri del Golfo dal bracconaggio nel nostro Sahara. Non solo vengono per divertirsi a caccia dell'otarda e gazzelle, specie ufficialmente protette, ma si impegnano anche in pratiche di un'altra epoca.
In effetti, questi ricchi bracconieri hanno dimostrato attraverso il video tutta la crudeltà che caratterizza torture di un povero fenice. senza alcuna pietà, questi carnefici si sono buttati sull'animale gridando insulti contro di lui.
Tuttavia, la legge algerina protegge 23 specie, in particolare il fenice, l'otarda, gazzella, pecora. L'otarda è protetta da convenzioni internazionali, in Algeria nel mese di agosto 1983 da un decreto rafforzato da un ordine di gennaio 1995.
Una nuova legge del 2006 classifica le specie secondo il rischio di estinzione e comprende un elenco di 23 specie, 13 mammiferi, uccelli sette e tre rettili. Questa classifica è stata data il "crescente minaccia di estinzione di animali selvatici in Algeria." Questo testo prevede "sanzioni severe contro la caccia, la cattura, il trasporto e il commercio di queste specie," ma eccezionalmente permette la cattura di alcuni di loro per scopi scientifici, per facilitare la riproduzione o costruire parchi zoologica.
Des émirs torturent les fennecs