Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

sabato 24 gennaio 2015

Alarme per il saccheggio dell'oro

Secondo "Algérie 360.com",
Nel 2014, diversi tentativi di saccheggio dei metalli preziosi nel settore minerario profondo sud sono stati registrati dalle guardie di frontiera (GGF) sotto la Gendarmeria Nazionale. I nuovi "mercenari" oro grezzo sono africani sub-sahariani che si sono impegnati in questa grande traffico per raccogliere grandi somme di denaro. L'allarme nel saccheggio dell'oro nel profondo sud è dato.
Nel 2014 e anche ai primi di gennaio del corrente anno, le forze di sicurezza dispiegate nel profondo sud del paese, ha arrestato più di 200 saccheggiatori d'oro, mentre centinaia di metal detector, telefoni satellitari e quantità di oro sono stati sequestrati.

Armati di grandi mezzi, centinaia di rivenditori d'oro, per lo più africani sub-sahariani, ma anche libici, africani e algerini hanno invaso la grande Algeria meridionale "investire" le miniere al fine di saccheggiare l'oro paesi. Questa nuova forma di saccheggi dopo che per i siti archeologici che sono rubati oggetti di valore, ha raggiunto un livello allarmante, ha detto una fonte della sicurezza a Tamanrasset.

Il volo dell'oro algerino ha iniziato tre anni fa, che ha visto i trafficanti del Mali, Niger, Ciad, Sudan, Libia e altri algerini e imbarcarsi guineano su questo grande traffico che sta colpendo l'economia nazionale. La situazione potrebbe traboccare, tanto più che questi "mercenari" sono già riusciti a ottenere grandi quantità di merce rubata in Algeria, tra l'altro oro.

Estrazione illegale di metalli preziosi è in crescita da questi nuovi "mercenari", secondo una fonte della sicurezza a Tamanrasset. Di fronte a questa situazione allarmante, le forze di sicurezza, tra cui la GGF e militari, hanno schierato le loro truppe a seguire più da vicino le miniere del Paese. Punti di controllo sono stati anche installati vicino alle miniere dopo sono stati segnalati furti di oro.

E 'importante notare che i "mercenari" africani hanno grandi mezzi, come ad esempio i camion, escavatori, binocoli, metal detector, telefoni satellitari, veicoli fuoristrada e talvolta di armi da fuoco. Sanno i percorsi, ha aggiunto la stessa fonte della sicurezza. Inoltre, le operazioni di GGF in molte parti del sud hanno confermato l'uso dei mass media da parte dei trafficanti stranieri.

In Tamanrasset, guardie di frontiera (GGF) ha intercettato con successo diversi camion appartenenti a diversi concessionari e refurtiva sono stati sequestrati. Per l'unico altro ieri, la GGF Tamanrasset arrestato durante un'operazione anti-crimine, cinque trafficanti maliani in procinto di lasciare il territorio di Algeria a Mali con il loro furgone, un grande lotto di farmaci origine incontrollata e pezzi di ricambio per i veicoli diversi.

Sempre lo stesso giorno, altri quattro individui, gli africani subsahariani, sono stati intercettati dalla polizia di Tamanrasset. Una ricerca del loro veicolo ha rivelato quattro pietre intervallati da pepite d'oro e un telefono satellitare.

L'intercettazione dei trafficanti ha avuto luogo nei pressi del villaggio Amsel, secondo la Gendarmeria Nazionale che ha detto che è in corso un'inchiesta. I quattro stranieri sono parte di una rete di traffico di oro. Erano in contatto con i loro colleghi che, essi stessi, erano vicino ad una miniera. Entrambi i gruppi di traffico scambiato informazioni dal telefono satellitare.

Si tratta di una nuova forma di organizzazione, gerarchica, che attiva fuori dei confini algerini, ma ha un dado nel paese per saccheggiare l'oro algerino. Questo è "gangsterros", un'etichetta che mostra il legame tra bande e terroristi.
Alerte au pillage de l’or