Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

domenica 18 gennaio 2015

La guerra del petrolio

La guerra per il petrolio
Secondo "Algeria 360.com";
I prezzi del petrolio sono scesi sotto la soglia simbolica di $ 50. L'economia russa crolla, Iran soffoca, Algeria, da parte sua, è stato costretto ad adottare una politica di austerità. Come è successo? Spiegazioni.
Il prezzo del petrolio è sceso in modo preoccupante negli ultimi mesi. Quali sono le cause di questo declino senza precedenti sei anni? I gruppi armati che controllano molti pozzi di petrolio sono hanno causato questo calo precipitoso?

Ci sono quasi due anni, gruppi terroristici affiliati anzi con lo stato islamico e di Al Qaeda, la Libia, la Siria e l'Iraq, sono riusciti a controllare i pozzi di petrolio. Questa situazione ha permesso ai terroristi di vendere sul mercato nero di grandi quantità di olio a favore degli acquirenti sconosciuti. Nel corso del tempo, i terroristi erano in grado di arricchirsi, permettendo loro di acquistare armi e reclutare nuovi jihadisti.

Questo è, a sua volta, ha portato ad una catastrofe in prezzi mondiali del petrolio. Il prezzo del petrolio è sceso a $ 45. Il corso delle due canne di riferimento, Brent e WTI Londra a New York, ha assunto la soglia simbolica di $ 50. Ieri in commercio asiatico, WTI ancora perso 1,16 dollari dal giorno prima (45.77 dollari).

Nel frattempo, Brent ha dato 82 centesimi a 59,19 (dollari). Il petrolio non aveva raggiunto questi livelli dal 2009. Quell'anno, WTI valeva circa $ 35 al barile e il Brent è stato scambiato a $ 45. Nel 2014, il calo dei prezzi del petrolio è stata vertiginosa e soprattutto veloce. Dalla metà di giugno, ha raggiunto quasi il 50%.

Questioni politiche in quanto influenzano il prezzo del petrolio?

Innegabilmente, dicono gli analisti. "Negli ultimi tre anni, abbiamo avuto un prezzo del petrolio stabile ($ 100), in un momento in cui l'economia è ancora lavorato meno rapidamente. I prezzi dovuto caduto ma sono stati mantenuti questo equilibrio da considerazioni politiche", spiega Jean-François Lambert. Oggi, diverse ipotesi di questo tipo sono discussi.

In primo luogo, che l'alleanza tra l'Arabia Saudita e gli Stati Uniti per indebolire la Russia, punito per la sua politica in Ucraina. "Si tratta di una logica di demolizione economica", dice Dorian Abadie, analista di XTB Francia. Un'altra ipotesi, l'Arabia Saudita avrebbe giocato solo per indebolire produttori concorrenti di scisto e soprattutto dimostrare che è uno dei principali attori politico nella regione.

"Lasciando prezzi del petrolio go, taglia le gambe agli aspiranti produttori di standardizzazione, come l'Iran. Si ricorda a tutti che la sua voce conta," spiega Jean-François Lambert. "E per mettere al centro del gioco geopolitico, i sauditi utilizzare l'unica arma che hanno: il petrolio.

Anche fare danni ai vicini. Questa è una guerra economica ", dice lo specialista.
Arabia Saudita prende certamente il rischio di perdere diverse centinaia di miliardi di dollari di fatturato, ma le sue grandi riserve di valuta estera permettono di assorbire l'impatto. Nonostante la preoccupazione dei mercati azionari del Golfo, politica dell'Arabia Saudita è seguita dai paesi della penisola arabica.

In una conferenza a Dubai Domenica, il ministro del petrolio degli Emirati Arabi Uniti, Al-Suhail Mazouri ha detto che l'OPEC potrebbe sostenere il prezzo del petrolio raggiunge $ 40. "Gli Emirati Arabi Uniti ha rafforzato la speculazione" dei mercati petroliferi, ha detto Christopher Dembik, analista di Saxo Bank.
La guerre du pétrole