Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

lunedì 2 febbraio 2015

Le valutazioni confermano la posizione dell'Algeria al 4 ° posto

Secondo "algérie 360.com",
L'Algeria ha 4.940 miliardi di piedi cubi (TCF) di riserve di gas di scisto, di cui 740 TCF è recuperabile sulla base di un tasso di recupero (RR) del 15%, secondo le stime effettuate da Sonatrach con cinque società petrolifere internazionali bacini sahariani.
Queste riserve recuperabili sono stati calcolati per i lead Ahnet, Timimoun Mouydir Illizi e Berkine, riporta il APS citando una fonte vicina alla compagnia petrolifera.

Queste prime valutazioni confermano le stime dell'Agenzia internazionale per l'energia per il gas shale pubblicato nel 2013, la classe, l'Algeria nella quarta nel mondo in termini di risorse tecnicamente recuperabili, subito dopo gli Stati Uniti (tra cui TR varia tra il 20 e il 50% a seconda del deposito), Cina e Argentina.

Per quanto riguarda le riserve in forma liquida (olio, condensa ...) nelle cinque città bacini, che ammontano a 248 miliardi di barili, rivela la fonte afferma che queste stime di riserve di idrocarburi non convenzionali è stato ottenuto attraverso un piano d'azione per la valutazione di shale gas, che ha avuto inizio nel 2009 e si sviluppa fino a 2018-2020.

Questi potenziali studi di valutazione del gas di scisto e la progettazione e realizzazione di interventi di fratturazione e serbatoio stimolazione di questo gas non convenzionale sono state effettuate con l'ausilio di società di servizi statunitensi. Durante la prima fase di questo piano sparsi tra il 2009 e il 2010, il gruppo ha realizzato un Sonatrach valutazione regionale sfruttando i dati disponibili (mappatura sismica, di registrazione, indizi foratura ...).

Nel 2009, Sonatrach è riuscita a consolidare la sua banca dati dei materiali in ardesia acquisendo dati supplementari che hanno contribuito a rafforzare i volumi in luogo lungo sezioni mirate. Dal 2011, Sonatrach condurre una valutazione approfondita il funzionamento del potenziale shale gas nei bacini sahariani per determinare le aree più favorevoli per l'attuazione di progetti pilota.

È nel 2013 che il gruppo è andato a un'altra fase, quella della perforazione pilota per conoscere, tra gli altri, la produttività della formazione e del tipo di redingote per raggiungere, e alla valutazione economica del progetto . Secondo la stessa fonte, Sonatrach mantenuta per questo passo, la realizzazione di tre pozzi orizzontali nel Ahnet bacino con l'ausilio di tre società di servizi, sapendo che ha già impegnato i servizi di una prima società il primo ben fatto, e dovrebbe anche essere assistita da un'altra società per il secondo pozzo.

Il progetto pilota Ahnet dovrebbe essere completato entro la fine del 2015, dice il gruppo, che ha incluso anche in questa fase del piano d'azione, l'attuazione, e 2016-2020, di due pozzi pilota in partnership sui bacini di Berkine e del Nord Timimoun.
Les évaluations confortent la position de l’Algérie à la 4e place