Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

lunedì 9 marzo 2015

350 anni fa gli abitanti di Jijel cacciarono il duca di Beaufort e le sue truppe dall'Algeria

Il 350 ° anniversario della sconfitta del duca di Beaufort, che aveva tentato nel 1664, alla testa di un corpo di spedizione francese di occupare la città di Jijel, è stata celebrata Sabato in una conferenza presso il Centro Culturale Islamico Ahmed -Hamani.
L'associazione '' Gloria alla storia e patrimoine''de Jijel hanno scelto questa data, che coincide con la doppia commemorazione del 60 ° anniversario dello scoppio della Rivoluzione e la morte di Shahid comandante Rouibah Hocine, ex commissario politico della storia wilaya II, per ricordare l'eroica resistenza del popolo di questa zona costiera del paese prima dello sbarco di Louis IV ha deciso di istituire una base navale permanente.
Questa conferenza ha riunito studiosi qi, studenti, studenti delle scuole superiori e molti cittadini, ha permesso l'altoparlante Abdellatif Sofiane, Università di Orano, per tornare alla "lunga resistenza del popolo di Jijel fronte la colonizzazione francese" .
Durante il flashback, lo storico soffermato sulle diverse civiltà che hanno messo piede in questa regione del nord la cui storia è bimillenaria.
Le resistenze sempre "selvaggio" che questo teatro ha avuto sul territorio sono stati passati a spulciare l'altoparlante che si basava su diverse fonti storiche.
Egli ha ricordato che l'antico Igilgili ha subito nel 1664 un attacco su larga scala lanciata dal re Luigi XIV sotto la pressione di uno dei suoi ministri, in particolare Jean-Baptiste Colbert (1619-1683) principalmente interessati alle rotte di società commerciali in Africa.
Un potente corpo di spedizione comandato da Francesco, conte di Vendôme, 2 ° duca di Beaufort, è stato atterrato a Jijel dall'ammiraglio Duquesne 23 luglio 1664, nei pressi del luogo chiamato Sidi Amar.
Questa occupazione ha avuto solo effimera a causa di una forte resistenza da popolazioni locali.
Dopo tre mesi di schermaglie, il corpo di spedizione è stato sconfitto 31 Ottobre 1664 dagli abitanti, assistito dal giannizzeri Dey di Algeri, è arrivato in ritardo sulla scena.
Dopo la sconfitta e l'improvviso ritorno in Francia di quel che restava del corpo di spedizione, la città di Tolone, colpito dalla peste, non ha potuto accogliere i superstiti della Royal Navy sono spediti quindi messo in quarantena nelle città vicine .
In realtà, ha assicurato l'altoparlante, il pretesto di questa malattia è stato un modo per distrarre la popolazione sulla sconfitta subita a Jijel dalle truppe francesi.
Uomini responsabili e in cattive condizioni, una nave chiamata '' The Moon ', rotto in due e affondò con i suoi uomini alla fine del porto di Tolone.
Il relitto della nave, straordinariamente conservato, si troverà nel 1993 per caso fuori città nel sud della Francia.
L'oratore ha ritenuto che prendere Jijel, interrotta dalla popolazione locale e rinforzi inviati ad Algeri dal Agha Chaabane, è stato un preludio e il punto di partenza della colonizzazione di tutti Algérie.Ironie del destino, il destino attraversato o la storia durante la coincidenza?
Jijel è attaccato a luglio e rilasciato il 1 ° novembre 1664, mentre quasi tre secoli dopo, l'Algeria ha lanciato la sua guerra di liberazione il 1 ° novembre 1954 al strappare indipendenza 5 luglio 1962, ha osservato il signor Sofiane.
Pr. Abdelatif Sofiane ha insistito, prima di concludere la sua comunicazione "il bisogno di scrivere la storia del paese di non dipendere esclusivamente sui libri, la scrittura, prove o fonti dall'altra parte del Mediterraneo '.
Queste fonti, ha tenuto, sono in genere "distorcere prismi" la realtà del coraggio di un popolo che "sempre conoscevano e si sono opposti ferocemente tentativi o occupazione delle campagne del suolo ".
Il y a 350 ans, les Jijeliens chassaient le duc de Beaufort et ses troupes d’Algérie