Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

sabato 7 marzo 2015

Attivisti di diritti umani imprigionati a Laghouat (algeria).

lr-6852-510ce.jpg
Cliquez ic












Che tristezza !!! Ecco l'Islam in Algeria !!! Un presidente che da una parte ha programmato la costruzione di una moschea più alta del mondo, grazie ai soldi dal beneficio di petrolio e gas.dell'Algeria e dall'altra si sentono soltanto i gemiti e lamenti dei cittadini ingabbiati in carceri, senza alcun diritto di difesa ???
Le miniature sotto chiaramente spiegano l'atteggiamento di un paese che pretende di essere democratico e membro delle Nazioni Unite, ma che tratta di una maniera eccessive e dittatoriale i suoi cittadini.
In Algeria, troviamo le stesse modalità dittatoriali utilizzate da Gheddafi in Libia, da Ben Ali in Tunisia, e da Mubarak in Egitto e per non parlare del resto del continente africano.
Tutto il mondo è consapevole della farsa riconferma del 4 ° mandato conferito a Bouteflika, ma nessuno dall'occidente ha aperto bocca per sfidare il contrario, tutti gli ipocriti che si congratularono con Bouteflika per la vittoria con la complicità dai militari.
Chi mai avrebbe avuto il coraggio di votare un uomo che cammina sulla sedia a rotelle ??? Ovviamente, quando ci sono interessi di mezzo, nessuno osa sfidarvi. Quando qualcuno mangia sulle vostri spalle, è sempre in silenzio.
Buona fortuna Mr. Bouteflika e alla prossima vittoria del 6 mandato ???