Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

domenica 13 settembre 2015

Se il prezzo del petrolio continua a scendere, anche le tensioni sociali e economiche si rialzeranno.


Francis Perrin : si la chute du pétrole se poursuit en Algérie, « le risque de tensions sociales et politiques est clair »Francis Perrin, Executive Editor del petrolio arabo e il Gas, intervistato da Jeune Afrique sui prezzi del petrolio in calo e le conseguenze che ne derivano per l'economia algerina.
Jeune Afrique: I prezzi del petrolio sono in calo a $ 43 la settimana scorsa. Ci sono rischi che il tuffo in corso di nuovo nei prossimi mesi?

Francis Perrin: Non possiamo escludere di fatto un ulteriore calo durante la fine dell'anno o nel 2016. Gli altri due scenari più probabili sono il mantenimento di corsi al loro livello attuale o di un lieve incremento. Con contro, non è chiaro che potrebbe portare nel breve periodo ad un aumento significativo dei prezzi del greggio. Oltre l'eccesso di offerta rispetto alla domanda di petrolio e il rifiuto dell'OPEC di tagliare la produzione, i principali fattori ribassisti sono la prospettiva di un forte aumento della produzione di petrolio e le esportazioni dell'Iran nel 2016 e il rallentamento economico della Cina.

Quali sono gli impatti diretti di questa caduta sulle finanze dell'Algeria?

Una forte riduzione dei proventi delle esportazioni, il deficit della bilancia commerciale e della bilancia dei pagamenti, una riduzione delle riserve di valuta estera, aumentando il deficit di bilancio e un calo delle risorse del fondo di stabilizzazione del petrolio. Il record è scura anche se l'Algeria mantiene riserve valutarie sostanziali e se il suo debito estero è molto basso. Ma queste tendenze sono molto preoccupanti.

Ci sono dei rischi di tensioni sociali e politiche in caso di caduta permanente nel petrolio?

Petrolio e gas naturale per conto oltre il 95% delle esportazioni di Algeria e circa il 60% delle entrate di bilancio. Se i prezzi del petrolio dovessero rimanere molto basso in modo sostenibile, le revisioni strazianti sarebbero necessari in Algeria e in altri paesi in via di sviluppo produttori. Questo potrebbe aumentare il malcontento sociale. Il rischio di tensioni sociali e politiche è chiaro, però, in questo settore, non c'è né automatica né inevitabile.