Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

sabato 31 ottobre 2015

CEO Ival rivelato ieri: la produzione Iveco nel 2016 a Bouira

567.jpgCEO ival Mohamed Bairi, presentato ieri a Bouira, i contorni del futuro impianto di assemblaggio per i veicoli commerciali del marchio Iveco italiano, durante un incontro con le autorità locali dedicate alla presentazione del progetto.
E 'ufficiale, il futuro impianto sarà situato nella zona industriale di Sidi Khaled, nel comune di El Oued Bardi, a 10 km dalla capitale della Wilaya di Bouira. Il sito Sidi Khaled, che attualmente si estende su una superficie di 225 ettari e tratto oltre 190 ettari, è già sede di decine di investimenti progetti includono retroporto rivenditori SOVAC. Secondo Mr. Bairi, il futuro impianto per essere collocata su una superficie di 10 ettari, andrà in produzione entro la fine dell'anno, nel 2016, più precisamente nel mese di novembre. Inizialmente, si prevede il montaggio 1500 tali veicoli Iveco Daily, abbiamo lo sappiamo. La capacità di assemblea raggiungerà 6.000 unità, dopo tre anni dall'entrata in produzione. Va notato che, oltre a Iveco Daily, è prevista l'installazione di altri due prodotti, vale a dire l'Eurocargo e Trakker. La componente subappalto è stato uno dei punti sollevati nel corso della riunione. Così e secondo il CEO di Ival, è ZF Algeria e SNVI che fornirà le scatole di velocità. È già stato firmato un accordo in tal senso tra i due partner. Alla domanda circa l'impatto del progetto sull'occupazione nella regione, CEO Ival saprà che verranno creati tra il 3000 e 4000 posti di lavoro diretti e indiretti. Mr. Bairi tornò alla sua presentazione sulla localizzazione di Sidi Khaled dirà che non è accidentale. Per lui, nei pressi del sito di Sidi Khaled dell'autostrada est-ovest e zone di scarico sono un patrimonio importante, che hanno governato la scelta del sito. Il membro della CTF, ha sollevato anche la possibilità di andare a l'esportazione di veicoli prodotti in Bouira. Secondo lui, la conquista dell'Africa è segnato tra gli obiettivi di questo investimento.
Questo intervento include un file multimediale audio / video / immagine: Scarica adesso