Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

lunedì 5 ottobre 2015

I prezzi del petrolio scendono: Temmar chiede il ritorno degli investimenti esteri diretti e della spesa pubblica ridotta

3676a266039475f53d01b1c94f07b202_L.jpg
L'ex ministro dell'Industria e esperto di economia, Abdelhamid Temmar, Bouira di Domenica chiamato per la riduzione della spesa pubblica, al fine di affrontare l'attuale contesto caratterizzato da prezzi del petrolio caduta.
Parlando ad una conferenza organizzata presso il Dipartimento di Economia dell'Università Akli Mohand Oulhadj sotto il tema "L'economia algerina e contro crisi petrolifera: sfide e prospettive", Temmar stimato che la riduzione la spesa pubblica è "la soluzione ideale per affrontare l'impatto negativo del calo del volume delle entrate petrolifere. "
L'esperto economico ha inoltre sottolineato la necessità per il governo di trattare e studiare caso per caso i file IDE. Questo, ha ha detto, "per proteggere l'economia nazionale", prima sottolineando la necessità di "consentire solo gli investimenti relativi ai settori della tecnologia e della formazione."
Per l'ex ministro dell'Industria, incoraggiamento degli IDE comporta inevitabilmente la revisione della legge sugli investimenti.
"Non è necessariamente richiesto per il paese ad adottare la regola (51-49) che governa gli investimenti stranieri in Algeria, come il paese ha meccanismi promettenti per proteggere la sua economia e fare una selezione dopo aver studiato progetti ", ha detto agli studenti in sala.
Per porre rimedio a questa situazione di crisi petrolifera, l'oratore ha ribadito la sua chiamata sul recupero di investimenti diretti esteri, nonché alla ripresa del programma di recupero sviluppato negli anni 2000 per gli investimenti e l'industria.
"Questo programma dovrebbe essere ripreso e rivisitato in background per rimuovere tutte le misure di calmanti e rafforzare le misure intese a rafforzare la crescita economica", ha detto.
Temmar altra parte criticato l'opzione avanzata dal governo, vale a dire il calo delle importazioni, che avrà l'effetto, ha detto, "l'aumento del tasso di inflazione."