Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

venerdì 16 ottobre 2015

Issad rebrab conferma la voce circa il suo arresto: "Cercano di farmi tacere. Ma non voglio stare zitto

Issad Rebrab confirme la rumeur sur son arrestation : « On cherche à me faire taire. Mais je ne vais pas me taire »
Issad Rebreb
Una voce diffusa sui social network che chiedono un mandato di arresto contro l'amministratore delegato del più grande gruppo industriale privato algerino è stato appena confermato da Issad rebrab sé attraverso un'intervista al giornale di fondo elettronico Tutto su Algeria " La voce è basato. Noi cerchiamo di farmi tacere. Ma non voglio tacere. Invece di consapevolezza della gravità delle cose, si comportano bene. Invece di chiamarmi per parlare, parlare dei blocchi e il futuro del nostro paese, queste persone vogliono smettere di farmi tacere. Essi cercano di mettere a tacere coloro che sono critici, che parlano e porre domande legittime sul futuro del nostro paese. "
Issad Rebrad detto che la sua critica "Dopo aver parlato. Aver denunciato gli ostacoli inaccettabili cui sono oggetto. Gli attuali governanti sono i maggiori pericoli per il nostro paese. Mi accusano di aver usato importato attrezzature per l'impianto di Brandt Setif. Sbagliato. I giornalisti possono andare lì per controllare e vedere la menzogna. Essi possono anche venire a nostre fabbriche in Francia per vedere che nessuna apparecchiatura è stata rinnovata per inviare vecchie apparecchiature in Algeria. "Prima di spiegare" Queste sono scuse per i blocchi di tutti i nostri progetti e non solo Brandt. Già nel 2014, quando abbiamo acquisito Brandt è stato chiesto l'opportunità di trasferire la nostra moneta per l'acquisto. Il primo ministro aveva fatto riferimento la palla nel campo del Governatore della Banca Centrale. Non ci era permesso di trasferire. Infine, grazie all'aiuto del governo francese e le banche francesi che abbiamo finanziato questa importante acquisizione per noi e per l'Algeria. Non abbiamo rilasciato un solo dollaro in Algeria per questo progetto. Nonostante questo, Sellal aveva inviato una lettera a TRACFIN chiedendogli di indagare noi. Dal momento che hanno dovuto dirgli che tutto era trasparente. Perché siamo trasparente. Tutto quello che facciamo è trasparente. Questo non è il caso del governo algerino ei suoi amici che lavorano in opacità ".
L'uomo d'affari eletto amministratore delegato africano dell'anno in Brasile è una missione, almeno fino al 16 ottobre. "Una volta che finisco il mio lavoro, vedo. Ovviamente se non ho nessuna assicurazione, io ritardare il mio ritorno. Non ho paura di loro. Quello che ho detto suppongo. Ho sempre pensato a me. 'Promettendo di rivelare al popolo algerino altri fatti gravi "Ho altre rivelazioni da fare. Il popolo algerino conoscono la verità. Sono dalla parte del torto. Non vogliono sentir parlare di cose reali. Vogliono a tutti di accarezzare il grano. Si sbagliano nel nostro paese. Non possiamo lasciare che distruggano ulteriormente. Non vogliono il dialogo con persone che offrono cose diverse. Ancora una volta, non voglio stare zitto. Non mi risparmierò patria. "Abbiamo bisogno i cambiamenti lati paura", per parafrasare il signor Reda Malek. "
Per richiamare, il ministro dell'Industria, in risposta ad una dichiarazione di Issad rebrab che si lamentava di ostacoli burocratici, accusata di cercare di ingannare il governo algerino nel quadro della redenzione fabbrica Brandt in Francia, in particolare per il sovraccarico vecchie attrezzature in Algeria. "Sulla acquisizione dello stabilimento Brandt, la Francia, ha detto Bouchouareb, condizioni che sono state poste dal partner francese dovevano rinnovare le attrezzature. Rebrab ha preso il vecchio impianto e voluto introdurre nel mio paese contro un valore di 5,7 milioni di euro quando è il proprietario »ha aggiunto :." Se lui preferisce fornire nuove attrezzature I francesi, che non devono interferire in questo. Con contro, per il popolo algerino, ha appena inviare vecchie attrezzature e, in aggiunta, un importo che è due volte l'acquisizione di tutti i beni, "aveva insistito. Issad rebrab aveva immediatamente smentito il ministro riconoscete che egli si trova. Ha lanciato la sua sfida per parlare faccia a faccia in tv. A proposito di attrezzature obsolete del Issad rebrab onere all'importazione aveva indicato che la linea di produzione ha voluto importare era composta da "75% di nuove attrezzature." "Il Ministro può venire Setif e vedere di persona la fabbrica," C'era ancora lanciato.