Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

domenica 8 novembre 2015

I parenti di Bouteflika dubitano della sua capacità di condurre

Abdelaziz-Bouteflika-592x296-1445007569.jpgI parenti del presidente Abdelaziz Bouteflika, per la prima volta ha espresso dubbi sulla sua capacità di guidare l'Algeria, li confrontati in base a un "clima generale deteriorata" e ha chiesto di incontrarlo di sicuro.
L'ex ministro Khalida Toumi, il senatore e famoso combattente dell'indipendenza Zohra Drif-Bitat trotskista MP Louisa Hanoune, lo scrittore Rachid Boudjedra e altri sostenitori del capo di Stato sono tra le diciannove personaggi algerino che ha chiesto -in una lettera pubblica Venerdì- fatto per incontrare il signor Bouteflika.
"Conosco molto bene il presidente e dubito che alcune decisioni siano di propria iniziativa", ha detto Toumi, che fa parte del governo 2002-2014, quando il presidente algerino è stato rieletto per un quarto mandato.
Bouteflika, 78 anni, colpito da un ictus nel 2013 che ha indebolito la sua mobilità e la parola facoltà. Le sue attività pubbliche sono diventati molto rari e sembra dalla televisione ufficiale che quando si ricevono gli ospiti stranieri.
Gli oppositori, come il suo rivale nelle elezioni presidenziali del 2014, Ali Benflis, non esitano a parlare di un "vuoto di potere".
"Crediamo che sia nostro dovere patrioti algerini attirare la vostra attenzione sul deterioramento del clima generale nel nostro Paese", dicono i 19 firmatari della lettera di richiesta di audizione per il Capo dello Stato.
Secondo loro, "la decadenza delle istituzioni statali, il grave deterioramento della situazione economica e sociale, l'abbandono dei dirigenti algerini consegnato alle sanzioni arbitrarie e di parte", sono "segni famigerati" dei mali del paese.
L'Algeria ha perso circa il 50% dei propri ricavi petroliferi a causa del calo dei prezzi del petrolio e vede ora costretto a prendere misure di austerità fiscale per ridurre l'enorme costo dei trasferimenti sociali che permettono comprare la pace sociale .
I piani del governo, tra cui un aumento dei prezzi del carburante, come ministro delle Finanze Abderrahmane Benkhalfa.
"Estrema gravità"
I firmatari della lettera, inviata il 1 novembre segretario privato del capo dello Stato, dicono di voler "condividere (Bouteflika) (loro) preoccupazioni per il futuro del paese e cercare (i suoi) azioni su estrema gravità della situazione. "
Attraverso la loro iniziativa, i 19 personaggi algerini "francamente esprimono i loro dubbi circa la paternità delle decisioni prese e annunciate" per conto del Capo dello Stato, analisi Liberté, che vede come "un punto di svolta in questo quarto mandato Mr. Bouteflika ". Quest'ultimo è "sfidati a dimostrare che governa", scrive il giornale.
"Implicitamente, i dubbi espressi a favore di questo approccio suggeriscono che il capo dello Stato è tenuto fuori delle principali decisioni politiche", analizza il suo lato di El Watan, che evoca una presa del potere da parte " gruppi informali "e osa un confronto con il" russo (Boris) Eltsin, "il primo presidente russo dell'era post-sovietica.
Le decisioni recenti di Bouteflika e preoccupazioni hanno sollevato incluso lo smantellamento dei potenti servizi segreti e il ritorno del loro capo, il generale Mohamed Toufik Mediene dice, in carica per 25 anni.
Per politologo Rashid Tlemçani, i firmatari della lettera ", cercando di riposizionarsi nel panorama politico perché sono stati esclusi dalla sfera decisionale negli ultimi tempi quando erano stati a lungo i clienti di potere."
Secondo lui, queste personalità vogliono avere realmente voce in capitolo nella preparazione della successione del presidente Bouteflika, il cui mandato corre fino al 2019, mentre l'Algeria è "alla vigilia di profondi cambiamenti politici ed economici."

Questo intervento include un file multimediale audio / video / immagine: Scarica adesso