Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

lunedì 9 novembre 2015

Internet: navigare sul personale dell'ufficio ha un costo per le imprese e le amministrazioni

INTERNET AU BUREAU


"Solitaire", il famoso gioco di carte nato sotto Windows 95, ha dato modo di seri concorrenti. Ora è più carte sparse su un tappeto verde che si vede sugli schermi di computer negli uffici, ma emoticon, come "Prediletto", foto, video e discussioni instant sgranocchiare l'orario di lavoro in amministrazione o per affari.
Se non ci sono dati per l'Algeria, si può facilmente acquisire familiarità con il fenomeno non risparmia i paesi europei come Francia, Germania e Svizzera, per i quali sono disponibili i dati.

 Un dipendente spende, in media, quasi due ore (in realtà 1:53) al giorno su Internet, tra cui il 44% del tempo (50 minuti) è "scopi personali", il restante 66% pertanto rientra nel "surf professionistico "dice lo studio dal titolo" Realtà di utilizzo di Internet in ufficio "nella sua versione nel 2015.
Il quotidiano 52 minuti per un totale di 25 giorni per anno. La navigazione in Internet personale sul posto di lavoro è condivisa ad un tasso del 42% a cablata (sul desktop) e il 62% in Wi-Fi tramite un dispositivo mobile (smartphone o tablet) o un laptop. Lo studio ha trovato che in una connessione cablata, è l'uso professionale prevale (58%), mentre è 38% in modalità wireless.

Fall in produttività

L'Internet per uso personale in ufficio è una fonte di "10,2% di calo della produttività media per dipendente", dice il OLFEO studio. Il calcolo si basa su 50 minuti al giorno per dipendente connesso a Internet per scopi personali. Più di un anno questo tempo di connessione ridotto il numero di settimane di lavoro a 41 invece di 46, se sono state osservate le ore di lavoro al giorno (8 ore).

La diminuzione della produttività dovuto all'uso personale di Internet, ha un costo. Si stima 337 euro al giorno, 6656 euro l'anno di perdite a carico della società, pari a 1,2 mesi di stipendio per persona all'anno.

 Concentrandosi sulla uso di Internet in ufficio per fasce orarie, lo studio dimostra che "nelle prime ore del giorno" la tendenza è quella di una "media del 44%" per uso personale "per fare spazio poi per una navigazione più professionale. " "Tra 11:00 ET 3:00, questo è il momento della giornata in cui il personale l'utilizzo di Internet conosce il più grande picco navigare al di là del 44% di utilizzo di Internet. Da 07:00, l'uso di Internet è molto professionale ", aggiunge il documento.
La mattina presto (08:00-10:00), le principali tendenze del personale sono surf le notizie e dei media, ma anche i social network (Facebook, Twitter e LinkedIn), dice lo studio. A mezzogiorno (11h alle 15h), navigazione personale si sta muovendo verso video, giochi e notizie. Nel tardo pomeriggio (18h alle 20h), ritornare ai social network. Giochi online, siti di e-commerce, blog e altri forum sono anche parte delle categorie più visitati.

Facebook testa

Dei cinque paesi (Francia, Germania, Belgio, Lussemburgo e Svizzera), Facebook ha superato i "Top 15 siti più visitati." Youtube raggiunge la seconda posizione, tranne che in Germania, dove è Wikipedia, che conquista il secondo posto. Siti di notizie (6/15) come Spiegel, Bild e Heise (informazioni IT) sono più popolare in Germania. Mentre in Belgio sono le piattaforme di e-commerce (4/15), che sono i più numerosi. In Francia, "Yahoo News" ha superato i siti web di notizie in anticipo Le Figaro e Le Monde.

Nella "Top 10 delle categorie più popolari," lo studio dimostra che "Notizie e Media" conduce in tre paesi: Germania (24%), il Lussemburgo (18%) e la Svizzera (20%). Mentre in Francia e in Belgio, questa categoria viene al secondo posto con il 14% in entrambi i paesi, dietro i "blog, forum, Wiki ...", con rispettivamente il 16% e il 22%. Le reti sociali occupano: Francia (12%), Germania (13%), il Belgio (17%), il Lussemburgo (14%) e la Svizzera (15%). La pornografia è presente anche nel surf sul posto di lavoro per motivi personali, con il 4% per la Francia, Germania e Belgio (3%), e, eventualmente, 0% (lo studio non dà una figura) per la Svizzera e Lussemburgo.

La sfida della sicurezza

Lo studio elenca cinque problemi di sicurezza di navigazione in Internet personale in ufficio. Oltre al calo di produttività che colpisce la società, la sicurezza è al secondo posto a causa dei rischi "più" posti da "attacchi di malware." Il "download illegale, contenuti illegali, la diffamazione di un dipendente su Internet" non sono senza conseguenze per la società, dice ancora lo studio.

Il calo della larghezza di banda interna viene anche minata da "consultazione online video" riducendo "le prestazioni della rete". "Se il 50% dei dipendenti di consultare un video, l'altra metà dei dipendenti che intendono, ad esempio l'accesso alle applicazioni aziendali, vedrà il suo accesso lento." L '"e-reputazione" è oggi una delle preoccupazioni di un gestore di rete di un'azienda o di un'amministrazione.

OLFEO propone una "soluzione per lottare contro questo flagello". Questa è la "carta IT o Internet Policy, per paese, (che) permette di impostare le regole del gioco e può vietare ai dipendenti di pubblicare informazioni sulla società e utilizzare il loro indirizzo di posta elettronica professionale in rete, sia durante le loro ore di lavoro nella loro sfera privata ", suggerisce lo studio.