Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

lunedì 9 novembre 2015

Le osservazioni "inappropriate" il re del Marocco per quanto riguarda il suono dell'Algeria come "una scommessa sul peggiore"

45d29fb01e438ca98f8aa751ef6c3e55_L.jpgLe osservazioni "inappropriate" recentemente tenuto dal re del Marocco nei confronti dell'Algeria, a causa del suo sostegno incondizionato per il diritto del popolo Saharawi all'autodeterminazione ", suona come una scommessa sulla peggiore", ha detto Domenica ad Algeri, il ministro di Stato, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ramtane Lamamra.
"Le dichiarazioni (il Re del Marocco) si fa eco, suono come una scommessa sul peggiore", ha dichiarato Lamamra nella sua risposta ad una domanda sulla posizione dell'Algeria nei confronti di Chi "inappropriato" il re del Marocco, nel corso di una conferenza stampa ha ospitato, insieme al suo omologo colombiano, Maria Angela Holguin, in visita di lavoro in Algeria.
"Se abbiamo capito ci sarà più disunione di fratricidio e strappare lotta di retroguardia, come abbiamo visto durante i quaranta anni che sono passati, anche se il mondo va da anteriore ed esprime, sempre più, il proprio impegno a rifugi sicuri e principi universalmente supportati come l'auto-determinazione ", ha aggiunto.
"La mistificazione che si è tenuto 6 novembre 1975 ha portato il rapimento del destino collettivo dei popoli del Maghreb verso extensionnisme territoriale, quaranta anni," ha detto.
L'Algeria, ha osservato, "vuole risolutamente un esportatore netto di pace, sicurezza e stabilità delle zone limitrofe e, a maggior ragione, quando si tratta di questo problema (Sahara Occidentale)" .
"Con lo stesso spirito, si sa, anche, che la nostra Costituzione ci fa obbligo di dirimere le controversie pacificamente internazionali e contribuire alla pace, alla sicurezza e al raggiungimento degli obiettivi delle Nazioni Unite, proibiamo buttiamo aggiungendo benzina sul fuoco. E perché non facciamo la diplomazia del megafono, facciamo le cose che non sono sempre forniti di dominio pubblico ", ha aggiunto.
"Fortunatamente, ha perseguito la legalità internazionale ci ha parlato di tre o quattro giorni, dalla voce del segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon. Come altrove, la Corte Internazionale di Giustizia aveva fatto quarant'anni fa nel suo parere consultivo legale ", ha ricordato.
"Questi due organi principali delle Nazioni Unite (il Segretario Generale e la Corte Internazionale di Giustizia), in sintonia con l'Assemblea Generale e il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha detto che il principio della posizione di Algeria è materia, vale a dire, il diritto all'autodeterminazione del popolo del Sahara occidentale è essenziale, inalienabile e imprescrittibile ", ha detto il ministro di Stato.
Per Lamamra "ripetono cliché di stereotipi sfortunati per quanto riguarda la posizione dell'Algeria, non è probabile che offuscare qualsiasi cosa questa posizione di principio che è quello di tutta la comunità internazionale ".
"Questi stereotipi e luoghi comuni sfortunati, Algeria li rifiuta", ha concluso.

Questo intervento include un file multimediale audio / video / immagine: Scarica adesso