Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

mercoledì 16 dicembre 2015

Sfide nel 2015/2020 Algeria: cinque lezioni, di fronte alla caduta dei prezzi degli idrocarburi

hydrocarbures.jpg Il presente contributo è una breve sintesi di un rapporto lungo di frutta sotto la mia guida la partecipazione di 26 esperti internazionali, ha presentato al governo, (10 volumi 1000 pagine nel mese di gennaio 2013), dove abbiamo sottolineato l'importanza del potenziale dell'Algeria, al fine di evitare la visione allarmista, tutto essendo il più realistico per un discorso di verità.
Gli ultimi rapporti internazionali (2014/2015) mostrano che il clima economico deve essere migliorato, l'Algeria nonostante il suo potenziale, spesso in fase di smantellamento. Non avere una visione di pessimismo. Molti successi carenze, ma è assolutamente corretto. Io sono convinto, per evitare la drammatica esperienza della impatto della crisi del 2006, la battaglia della futura ripresa economica dell'Algeria e il suo posto nella competizione globale per vincere attraverso il buon governo e la sua capacità di innovare.
Prima lezione: la politica socio-economica dopo l'indipendenza politica nell'ambito del programma di Tripoli è stato condotto esclusivamente dallo Stato con diverse varianti. Paradossalmente, i parametri macroeconomici dell'Algeria appaiono come positivo ma effimero senza riforme strutturali. Da 1965-1979 con un orientamento esclusivo verso investimenti produttivi. Questo ha avuto luogo in tutto lo stato onnipresente sull'intero ciclo: la pianificazione, il finanziamento, l'attuazione degli investimenti e della produzione. Dal 1980-1990 prevalentemente orientata infrastrutture BTPH e attività commerciali. Nel 1991-2000 a causa della particolare situazione vissuta da Algeria, con l'avvento del terrorismo e sospensione dei pagamenti non può essere, a rigor di termini, la politica di sviluppo ma con la cessazione del pagamento degli adeguamenti macroeconomici e estremamente doloroso macro sociale a causa dei requisiti del FMI. Dal 2000-2015, perché la domanda sociale è stato compresso e di distruzione di massa tra 1990-2000, principalmente orientata verso la politica delle infrastrutture. Tendenze principali aggregati rivelano macroeconomia sotto controllo per quanto riguarda la funzione dei rischi degli idrocarburi di rendita rappresentano 97/98% delle esportazioni totali, 4/5% esclusi gli idrocarburi in base alle statistiche doganali per il 2015 in quanto prodotti realizzati e mezzo per lo più derivati ​​da idrocarburi. Il debito estero rimane basso in questo momento a causa di pagamento anticipato, meno di 4 miliardi di dollari, con dee riserve valutarie scadono tra 140/145 miliardi fino alla fine del 2015, ma ancora agli idrocarburi. Il bilancio comincia a conoscere le pressioni di bilancio a causa del calo dal 2014 del prezzo degli idrocarburi. Inoltre, il rendimento sul debito minaccia il paese entro il 2020 in caso di un prezzo inferiore a 70 dollari e mantenere l'attuale livello di spesa pubblica che si basa su un prezzo di 115/125 dollari. Mentre la bilancia commerciale ha beneficiato ampiamente l'aumento dei prezzi degli idrocarburi tra 2007/2012, a partire dal 2010, tuttavia, le importazioni di seguito una tendenza al rialzo, l'importante Algeria il 70% dei bisogni delle famiglie e delle imprese siano essi pubblici o privati, il cui tasso di integrazione non superiore al 15%, con un calo del tessuto industriale inferiore al 5% del prodotto interno lordo. L'inflazione, che è stato un livello record nel 2012 (8,9% secondo le statistiche ufficiali) è relativamente controllato dalla fine del 2013, ma artificialmente compressa da sovvenzioni generalizzate e dei trasferimenti sociali, non bersaglio ($ 60 miliardi nel 2004 e 27 / 28% del PIL). Ma le tendenze inflazionistiche iniziano ad apparire fin dalla seconda metà del 2014, per conoscere un forte aumento nel 2016 a causa dello slittamento del dinaro nei confronti del dollaro, così come l'euro, passando da 75/77 a 106 dinari un dollaro / 107 dinari un dollaro e 85 dinari per 1 € 116/117 dinari. Per una valutazione oggettiva, applicabile a scoppiare l'indice del NSO, e analizzare i legami tra distribuzione del reddito e strati sociali per modello di consumo, i guadagnano 20.000 dinari al mese netti non avendo anche l'inflazione percepita come chi percepisce 200.000 dinari. Comprese le banche pubbliche che concentrano oltre l'85% dei crediti sono confinati in wickets amministrative piccoli investitori di accompagnamento che riflettono in parte la scarsa efficienza del sistema bancario, che non includono letargia del sistema di scorta. Le banche pubbliche sono malati dei loro clienti tra imprese pubbliche (consolidamento di oltre 60 miliardi di euro tra 1971/2014) il 70% è restituito per la proiezione di partenza che rompe il blocco è sistemico e che non è Non solo una questione di capitale monetario ma gestione strategica legata alla politica socio-economica generale. Industria pubblica è in gran parte obsoleta e concentra le perdite complessive, nonostante ripetute ristrutturazioni che richiedono ristrutturazione e modernizzazione. La clearance di crediti di cui i cinque banche sulle imprese pubbliche, in passato, che potrebbe essere ripetuto in caso di misure populiste, ha portato a notevoli esborsi Tesoro. Così, le risorse del paese sono basate sugli affitti che contribuiscono a anestetizzare cambiamento di volontà. Paradox sul prezzo degli idrocarburi è basso più si sente la necessità di riformare, e rallenta quando la corrente è alta ...
Lezione, l'Algeria cerca la sua difficile transizione da una economia pubblica verso un'economia più liberale con finalità sociali. E 's' è aperto all'economia di mercato, ma non masterizzato, dalla crisi del 1986, l'effetto del calo del prezzo degli idrocarburi. Tuttavia, l'economia algerina rimane un'economia essenzialmente pubblica, l'intera economia è guidata dalla spesa pubblica attraverso gli idrocarburi di rendita. Il patrimonio socialista è fortemente presente nella filosofia e le pratiche della vita economica e sociale e la sostenibilità della società pubblica. La pressione demografica rende Algeria sempre più dipendente dalle importazioni, che non ha gettato le basi di un apparato produttivo in grado di affrontare la concorrenza internazionale. Attualmente, considerazioni politiche di breve termine superano le prospettive a lungo termine. Mentre la maggioranza dell'elettorato trarrà il suo reddito da lavoro nel servizio pubblico, può beneficiare di servizi sociali a basso costo, le riforme fondamentali avranno poche possibilità di progredire dall'opposizione come il pubblico in generale i techno dovrebbero attuare tali cambiamenti. Gli investimenti diretti esteri in non-idrocarburi e settori produttivi sono molto bassi, gli stranieri sono attratti appalti dal BTPH. .In Lo stesso tempo come il inquadrato sotto il dominio del 49/51% stabilito dalla legge del 2009 finanza, generalizzata per le banche nel 2010, la maggior parte dei paesi stranieri hanno annunciato che per SMI / SME, questa regola non funziona, prima distinguendo segmenti strategici in cui questa norma sarebbe applicabile, e il diritto di prelazione, ha deciso soltanto dal Consiglio dei Ministri e non incorniciato da una legge che limita l'azione del governo, segmenti non strategici dove e minoranza di blocco sarebbe sufficiente. Agricoltura è un importante serbatoio di lavoro e può essere utilizzato in caso di diminuzione del prezzo di idrocarburi come buffer sociale riducendo la bolletta alimentare, garantendo autonomia alimentare. In generale, le aziende private operano principalmente nel settore dei servizi, con una predominanza di vendita al dettaglio, le piccole imprese BTPH e produzione tradizionali. Tranne gli idrocarburi, alcuni segmenti di telecomunicazioni, alcune società miste, produttivo settore estero è marginale. Paradossalmente, l'Algeria si basa molto sulla tecnica, il servizio post è aumentato da 2 miliardi nel 2002 a 11/12 miliardi di euro tra 2010/2014. .Pertanto, I risultati della politica attuale sono ora chiaramente visibili su vari aspetti strategici dell'economia algerina. Il comportamento attuale è un "semi-rentier", e non cerca profonda riforma dell'economia. I proventi del petrolio genera diversi effetti negativi dell'economia a proprio vantaggio, che rafforza ulteriormente la monocultura energetica del Paese e la sfera informale con il continuo deprezzamento del dinaro algerino riflessione di bassa produttività e la produzione locale, o una discrepanza Dal 2014 circa il 60% tra il prezzo sul mercato ufficiale e il mercato parallelo. Il settore soffre di una bassa redditività e notevoli costi supplementari per possedere le economie di comando; Sistemi di tariffazione sono spesso scollegati da condizioni economiche; fornitura di sistemi o dei contratti negoziati nati del codice degli appalti pubblici sono lenti e costosi; vocazione sociale delle imprese è alleviato ma fortemente influenzato gli atteggiamenti; cooptazione dei sistemi personali comportano esuberi e gestione lassista; grande industria ha sufficientemente contribuito allo sviluppo del tessuto industriale ed è talvolta usato il suo status pubblico a crescere senza riguardo alla regolamentazione; la maggior parte dei grandi complessi hanno cercato di integrare tutto non solo le attività industriali classici in outsourcing, ma anche le funzioni facilmente reperibili sul mercato (pulizia, sicurezza, catering ...). E 'solo sotto pressione economica che tardivamente esternalizzati tali attività; bassa considerazione per l'ambiente può causare gravi problemi attrarre gruppi internazionali che conoscono l'evoluzione della giurisprudenza internazionale; l'interpretazione unilaterale di norme generato contenzioso come testimoniano le molte controversie, tra cui quelli di Sonatrach all'estero
Lezione tre: l'attuale gestione del commercio estero, ereditato dal passato sistema compromette il funzionamento del settore, tra cui per l'esportazione. Il peso storico della burocrazia caratterizza tutte le agenzie coinvolte nel ciclo di vita della società è un ostacolo costante per il funzionamento efficiente dello stesso. La loro scomparsa sarà solo graduale. Questo è probabilmente aggravata da un sistema giudiziario lento, non trasparente e non adatta a un'economia moderna. L'obiettivo della protezione dell'industria nascente ha generato una gestione burocratica delle procedure di autorizzazione di importazione che è diventato un terreno fertile per numerose pratiche non conformi. L'adesione dell'Algeria all'OMC sarebbe un segnale forte per semplificare questo sistema obsoleto ma catture abitudini hanno generato monopoli lucrativi e potenti che sono lenti a scomparire o rotondo. Le formalità di controllo dei cambi restano in gran parte interpretate dal personale della banca che mantiene la nostalgia del potere del suo ruolo di master. Per quanto riguarda gli investimenti stranieri, le multinazionali in genere cercano il vantaggio comparato per produrre in modo competitivo per un mercato locale solvente ma anche ad un mercato regionale e / o mondiale, integrando il loro mestiere e capacità produttive, da qui l'importanza di 'ponte' integrazione del Maghreb tra Europa e Africa, dove l'Algeria poteva trovare vantaggi comparativi. Il modello di stato dominato con il tasso di integrazione verticale alto va contro i nuovi cambiamenti globali. La burocrazia (tempo di negoziazione e implementazione) e incertezza giuridica (tariffe doganali, tasse, regolamenti) hanno ulteriormente rafforzato l'immagine di un mercato difficile e chiuso, l'Algeria isolando i nuovi cambiamenti globali. Il problema principale da risolvere è l'introduzione di sussidi mirati budgétarisées dal parlamento per evitare trasferimenti fittizi di utili da prezzi di trasferimento per l'ottimizzazione fiscale luoghi affidabili e poco tassato, distorsione della concorrenza, la fonte monopolio di costi aggiuntivi e, infine, il miglioramento del sistema di informazione (che limita l'accesso ai dati nazionali per le società estere) e distorsioni nell'accesso alle informazioni tecnologiche diventa ora urgente. Per il momento clou nel XXI secolo è l'internazionalizzazione delle economie rende obsoleta sistemi autarchiche, di fronte la politica dello Stato è spesso un dosaggio o una oscillazione tra eccessivo liberalismo e interventionnismes, che spiega che di fronte a nuovi vincoli Nella maggior parte dei paesi, lo Stato ha in gran parte cambiato la sua azione. La scelta del valore di sviluppo della catena deve essere coerente con le tendenze internazionali, perché la tendenza inevitabile per l'internazionalizzazione delle economie tendono a passare in secondo piano le politiche e controlli nazionali a beneficio di spazi economici regionali o globali. Prime Contractor, lo stato si evolve in un ruolo di regolatore attraverso una serie di leve che rimangono padrone (tasso di credito, il tasso di cambio, deficit di bilancio, fiscale e servizi pubblici ... ) e regolamentare (commercio, le tasse, le telecomunicazioni, i trasporti, il diritto del lavoro ...). La globalizzazione economica è stata guidata da multinazionali e da parte degli Stati; ora diventa un fenomeno politico ed economico copiato dagli Stati stessi per le principali aree strategiche. Si tratta di Stati sovrani che firmano accordi che creano un quadro favorevole agli scambi (CEE, ASEAN, MERCOSUR). Organizzazioni sovranazionali spesso garantire l'applicazione delle norme tra i partner. Così, l'OMC, che vuole unire l'Algeria è un'istituzione responsabile di far rispettare la legislazione e arbitrare i conflitti tra gli Stati membri tramite il ORG (Dispute Settlement Body). Questo non significa la fine del ruolo dello stato, ma un ruolo strategico nella regolazione. La questione della globalizzazione riguarda la politica di apertura di Algeria per affrontare i problemi da una diversa angolazione. L'inserimento nella organizzazione internazionale dell'industria e dei servizi, è una situazione di emergenza per l'Algeria, al fine di adattare le misure di sostegno necessarie, tra cui: l'aumento della concorrenza sui mercati nazionali; accesso al mercato; crescente importanza della ricerca e sviluppo e della tecnologia in strategie di business; partecipazione di sistemi di appalti internazionali; sviluppo delle PMI / PMI per l'esportazione; clima misure di miglioramento aziendale (lotta contro la burocrazia); la partecipazione in nuove reti globali: logistica, Internet, finanziario, della distribuzione. La cosa importante non è la specializzazione nei rami lontano dalla vista meccanico (vista obsoleto) porta a debito eccessivo senza risolvere i problemi dello sviluppo, ma nelle dinamiche dei prodotti di innovazione tecnologica e gestionale.
Lezione quattro: la CEE è il primo partner e soprattutto il suo principale mercato di esportazione, mentre la Russia, Qatar, Iran presto e negli Stati Uniti nel 2017 (la rivoluzione del gas / olio di scisto) sono concorrenti dura tra cui il mercato europeo. Come parte della sua adesione alla CEE e, eventualmente, l'adesione all'OMC, l'Algeria apre il suo campo di cooperazione multilaterale che dovrebbero ulteriormente rafforzare gli scambi reciproci anche attraverso impegni sullo smantellamento suo protezione doganale (riportati al 2020 invece di 2017) e la graduale apertura del mercato tra cui: la riduzione delle quote di importazione per i prodotti agricoli; l'istituzione di una tariffa doganale massimo per i prodotti industriali; un accordo sulla tecnologia dell'informazione; la liberalizzazione degli scambi di servizi e di servizi di accesso al mercato; l'apertura di un ampio campo di entrambi i partenariati multilaterali regionali ed europei; rafforzare le riforme strutturali tra cui la privatizzazione e monopolizzazione (nuovi attori privati), di mettere sullo stesso piano del settore privato e del settore pubblico, che ospita i manager vivaci per dare loro autonomia gestionale, di promuovere un quadro competitivo; a rivedere le sue norme di gestione, lo Stato algerino spendere 2 volte in più rispetto alla media dei paesi emergenti per la metà del rendimento economico e sociale in Asia. Inoltre, si tratta di combattere contro la sfera informale che rappresenta oltre il 50% dello spazio economico, integrando con nuovi meccanismi economici e non burocratici autoritarie che producono l'effetto opposto. I costumi e regimi fiscali, complesso devono essere riformate e adattate agli standard internazionali. La carenza di reti di distribuzione di materie prime, materiali e / o parti di ricambio rende impossibile la reattività e la logistica richiesti dal subfornitura internazionale; Servizi Debole infrastrutture e la difficoltà di acquisizione di terreni industriali pongono il problema di strutture materiali per creare nuove attività. Si dovrebbe migliorare l'ambiente esterno: istituzioni, infrastrutture, comprese le azioni antidumping rivedere le sovvenzioni -la politica delle telecomunicazioni, le capacità umane che il sistema di istruzione e forniscono un database preciso sulle esportazioni, finanziamenti, garanzie di esplorazione e operazioni.
Lezione Cinque: Algeria deve investire nell'economia della conoscenza e dei segmenti nei settori internazionalizzati per vantaggi comparativi. E 'urgente la promozione della ricerca e dello sviluppo - R & S, con agevolazioni fiscali: il supporto per ricerca e sviluppo di tecnologie -Acquisto - Migliorato il supporto istituzionale e universitario di collaborazione / settore pubblico / imprese private. Altrimenti non doveva aspettarsi la creazione di un sistema di produzione sostenibile. La libera circolazione delle merci genera iper-competitività che richiede una rapida riassegnazione delle risorse a scala regionale (domani a livello mondiale). La manutenzione impropria dei settori non competitivi è equivalente ad una sovvenzione indiretta ma soprattutto impedendo l'ottimizzazione del capitale investito, penalizza il futuro dei settori più dinamici. Le analisi del commercio internazionale, per un lungo periodo, mostrano che le industrie hanno un ciclo di vita simile ai prodotti industriali, tuttavia più complesso. I paesi "convergenti '(che hanno preso con gli standard di vita del gruppo di vecchi paesi industrializzati) sono quelli che hanno aumentato i loro vantaggi rispetto ai prodotti dinamici .. Dobbiamo quindi prendere in considerazione altri parametri che spiegano TFP produzione (quota di crescita che non si spiega con la crescita dello stock di capitale e lavoro, ma dal immateriale. uso di statistiche del commercio internazionale può rivelare le caratteristiche dei tessuti industriali. Essi forniscono chiara Struttura di specializzazione di un paese, in particolare la sua capacità di inserimento internazionale. Le analisi dimostrano che le aziende private sono una zona di maggiore dinamismo economico che le aziende pubbliche come si adattano più rapidamente al mercato e rendere migliore allocazione risorse. Il loro peso nell'economia è un fattore indicativo di sostanziale adattamento. La scelta di percorsi di sviluppo hanno bisogno di attaccare con la struttura socio-economica e culturale del paese. L'elevata popolazione ha generato un forte incremento della popolazione algerina, fino a 50 milioni di abitanti 2030 (39 milioni di abitanti al 1 ° gennaio 2014). I posti di lavoro creati nel settore pesante di capitale costo intenso tra 4 e 10 volte in più rispetto al SMI / SME. Per le aziende private, le prestazioni è ancora ostacolata dalla limitata know-how imprenditoriale, ma anche dalla difficoltà di accesso alle moderne tecnologie e standard di qualità obsoleti. Oltre alla mobilitazione del risparmio nazionale (bassa penetrazione bancaria) in cui tutto viene trattato in contanti con l'importanza della sfera informale che controlla 40/50% del denaro in circolazione, dobbiamo istituire reti per migliore attrattiva del paese di FDI così come i fondi comunitari migrati con la creazione di canali all'estero Questo dovrebbe essere gestita dal sistema bancario resta di modernizzare (ad esempio leasing, bollette di sconto, impegno appalti, ecc ...).
Conclusione. Il ritorno della crescita richiede lo stato di diritto, una rinnovata governance basata su una maggiore moralità di coloro che gestiscono la città. A causa delle pressioni di bilancio vengono, la caduta dell'olio essere sostenibile nel tempo, che implica una maggiore efficienza della spesa pubblica .. Lo sviluppo dell'Algeria, dovrebbe essere basata su iniziative locali per avviare attività produttive perché ogni azione centralizzata è destinato a fallire senza locale con il coinvolgimento .. Io sono sconfitto, al fine di evitare la drammatica esperienza della impatto della crisi del 2006, la battaglia del futuro ripresa economica Algeria e il suo posto nella competizione globale per vincere attraverso il buon governo e la sua capacità di innovare. L'Algeria ha il potenziale oggetto di una chiara volontà politica di accelerare le riforme strutturali, che coinvolgono la mobilitazione di tutti gli algerini, tenendo conto delle loro diverse sensibilità.
Professore di esperto International Universities nella gestione strategica Dr Abderrahmane Mebtoul
ademmebtoul@gmail.com

Questo intervento include un file multimediale audio / video / immagine: Scarica adesso