News & social by S. Melab

Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

lunedì 20 novembre 2017

Il ritorno della tratta dei neri africani.....

Si sapeva già da un bel pezzo che si vendevano i neri africani dai propri fratelli neri africani del Mali e della Guinea Conakry.
Il fatto è che dalla notte dei tempi che i poveri africani sognavano già l'Europa per le vicinanze culturali per via delle colonie e delle lingue francese e inglese, ma anche dell'Italiano nell'Africa dell'este come l'Etiopia, la Somalia, e l'Eritrea ma anche la Libia in nord Africa.
Come si sa già che in Africa, esistono le guerre, la povertà e la mancanza di infrastrutture per poter realizzarsi come in Europa. Però è anche vero che esistono anche diversi altri motivi che spingono gli africani ad emigrare altrove alla ricerca di un lavoro e di una sistemazione più decente, da un'altra parte esistono anche quelli che lasciano i loro paesi per motivi politici, nello scopo di chiedere asilo.
Delle volte è brutto avere bisogno di qualcuno, e anche se si trattasse del suo migliore amico. Purtroppo con la mancanza di soldi, tanti persone farebbero qualsiasi cosa pur di guadagnare qualcosa, anche a scapito dagli stessi fratelli, con i diversi business che si sono creati, i soldi non bastano mai, per qui certi africani si sono messi a vendere i loro fratelli africani neri come loro senza pietà e senza alcuna coscienza in proposito, senza vergogna, senza onore e soprattutto senza rispetto per il loro stesso colore che tantissimi loro fratelli hanno combattuto dignitosamente affinché il mondo intero iniziò a rispettarli, iniziando da Martin Luterking, Malkolm X, Bob Marley, James Brown, Cico Mendez (Brasile), Mohammad Ali ed ecc..... Mentre l'America cambiò volto e proclamò un presidente nero Barack Obama, in Africa si ritorna al vecchio business, la vendita di "schiavi".
Una faccenda veramente assurda e molto vergognosa. Come si fa ad avere il coraggio di fare una cosa simile???
Qui sotto vi invito ad ascoltare questo commovente uomo africano che si sta sfogando in vari lingue, francese, inglese, ma anche credo con la sua madre lingua che è il Giulà ( è la lingua commerciale parlata nei paesi dell'Africa Ovest come il Senegal, Il Mali, la Guinea, il Togo, il Benin, la Costa d?'Avorio, il Burkina Faso...), denunciando direttamente la schiavitù praticata dai maliani e guineani contro i loro stessi fratelli africani neri in Libia.


giovedì 8 giugno 2017

News & social by S. Melab: The origin of burqa is.....

News & social by S. Melab: The origin of burqa is.....: Origin of Burqa !!! It would be good to remember these current wearers of the Burqa, maybe they would dress up. Burqa is the cult of...

The origin of burqa is.....


Risultati immagini per foto immagini del burqa gratuiti
Risultati immagini per foto immagini del burqa gratuitiRisultati immagini per foto immagini del burqa gratuitiRisultati immagini per foto immagini del burqa gratuiti

Origin of Burqa !!!
It would be good to remember these current wearers of the Burqa, maybe they would dress up.
Burqa is the cult of Astarte in ancient Mesopotamia.
To honor the goddess of Physical Love, all women, without exception, must prostitute each year in sacred woods surrounding the goddess's temples.
In order to avoid being recognized, women of the upper society are used to veiling the body completely.
And remember this: Mustapha Kemal, Ataturk, Turkey's first president 1923-1938, had found the trick right to silence the fundamentalists of the time.
It had put a deadline for burqa wearers, by a simple law, with immediate effect, all Turkish women have the right to dress as they wish.
However, all prostitutes must wear burqa.
The next day there was no woman wearing the burqa throughout Turkey.

And it is still in force until today.

News & social by S. Melab: Origini del burqa in ......

News & social by S. Melab: Origini del burqa in ......: Origine del Burqa !!! Sarebbe bene ricordare questi corrente portatrici del Burqa, forse vestirebbero diversamenti. Il burqa è il ...

Origini del burqa in ......


Risultati immagini per foto immagini del burqa gratuitiRisultati immagini per foto immagini del burqa gratuitiRisultati immagini per foto immagini del burqa gratuitiRisultati immagini per foto immagini del burqa gratuiti
Origine del Burqa !!!
Sarebbe bene ricordare questi corrente portatrici del Burqa, forse vestirebbero diversamenti.
Il burqa è il culto di Astarte nell'antica Mesopotamia.
Per onorare la dea dell'amore Fisico, tutte le donne, senza eccezione, dovrano  prostituirsi ogni anno in boschi sacri che circondavano i templi della dea.
Per evitare di essere riconosciute, le donne dell'alta società si abituarono a velare il corpo  completamente.
E ricordate questo: Mustapha Kemal, detto Ataturk, il primo presidente della Turchia 1923-1938, aveva trovato il trucco diritto di far tacere i fondamentalisti del tempo.
Aveva messo un termine finale alle indossatrici del burqa, da una legge semplice, con effetto immediato, tutte le donne turche hanno il diritto di vestirsi come vogliono.
Tuttavia, tutte le prostitute devono indossare il burqa.
Il giorno dopo non c’era nessuna donna che indossava il burqa in tutta laTurchia.

Ed è ancora in vigore fino ad oggi.

lunedì 29 maggio 2017

La sécurité virtuelle de l'occident contre le Daesh???


Risultati immagini per immagini gratuiti di France 24 da scaricare

Je viens d'entendre des reportages et des commentaires nulles sur France 24, à-propos de la sécurisation des civiles contre le terrorisme??? 
Je me demande pourquoi les masses médias ne déclarent pas l'autre côté dissipé pour des causes injustifiées afin de désorienter le public . Apparemment la solution existe et bien depuis très longtemps; il suffit de ne plus vendre et fournir les armes au Daesh, autrement laissons les faire de leur pays ce qu'ils en veulent. Dans le cas échéant, on comprend visiblement et clairement que la Syrie est un pays très riche comme l'Irak et que le monde occidental ait bien posé ses yeux depuis qqns sur cette belle terre détruite complètement et transformée en deuxième Irak.
Les occidentaux veulent porter une démocratie qui n'existent même pas chez eux. On a vu détruire injustement l'Irak, la Lybie de Kadhafi qui avait financé la campagne électorale présidentielle de Sarkozy, des émeutes en Égypte et en Tunisie avec qqs morts, mais avant tout on a commencé par perturber la politique algérienne qui devait se rebeller à une dévastatrice idéologie qui avait opprimée le peuple algérien pendant une décennie noire qui avait vu assassiner plusieurs innocents aux environs de 400.000 personnes et jusqu'à maintenant l'Algérie n'a pas encore son équilibre social et économique. On avait aussi destitué Laurent Gbagbo de la Côte d'ivoire pour le remplacer par un filo- français Alassane Ouattara. Et nous voici de nouveau au moyen-orient, en Syrie de Bachar El Assad.
Il y'a toujours une solution pour tout, bien sur pour tous les occidentaux mais pas pour les autres. On continue à parler d'arrestations de terroristes ou de présumés un peu partout en Europe, ce n'est que du cinéma........ Ceux qui veulent du mal aux occidentaux ne sont que des occidentaux eux-mêmes.

martedì 23 maggio 2017