Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

giovedì 27 novembre 2014

Vendita delle attività dell'acciaio italiano Luchini: L'offerta di moderazione Rebrab

Secondo "360.com Algeria"
Il gruppo industriale privato algerino Cevital ha presentato la migliore offerta per il recupero dell'aciaieria italiana Lucchini di Piombino che è stata mantenuta a proposito, ha detto Martedì il presidente della Regione Toscana (centro-occidentale d'Italia), Enrico Rossi prima della seconda offerta di indiana JSW Group, il quotidiano italiano la Nazione.
Per lui "ciò che caratterizza specificamente l'offerta algerina è la sua proiezione mediterranea, che ripristina tutta l'Italia, la sua industria e le sue porte nella loro vocazione."
Allo stesso modo, nella dichiarazione rilasciata dalla direzione di quella fabbrica, si afferma che "'Cevital presenti condizioni più favorevoli rispetto al concorrente, sia nell'interesse dei crediti, sia in termini l'impatto sociale del piano, che offre lavoro stabile per tutto il personale di Piombino, con la ripresa della produzione di acciaio e con importanti elementi di diversificazione nei settori dell'agroalimentare e della logistica e copre una gamma più ampia. "
Da parte sua, Issad Rebrab indicato che questo piano di ripresa impianto comprende più di 400 milioni di investimenti, di cui 120 nel 2015.
Cevital anche prevede di aprire due forni elettrici e un nuovo impianto (oltre ai due già esistenti) per raggiungere una capacità di 2 milioni di tonnellate all'anno.
rebravbe