Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

martedì 29 settembre 2015

Crisi economica: un futuro incerto, duro e allarmante

Crise économique: Un avenir incertain, rude et alarmant
Per diversi giorni o mesi, ognuno ha il suo piccolo analisi affermando che il calo del prezzo del petrolio si tradurrà in Algeria, in particolare le persone con un futuro incerto.
Altri, invece, soprattutto sul lato di dissenso, cercando di minimizzare la crisi e parlare di rivedere la "razionalizzazione della spesa." Per non parlare di austerità, crisi, fallimento di bilancio, è un buon segno o comunque trapelate in anticipo un periodo di vacche magre solo il cittadino, soprattutto mezzi scarsi dovrà affrontare durante i tempi molto difficile, come è stato il caso in passato.

Secondo l'esperto internazionale Dr. Abderrahmane Mebtoul: "L'Algeria attraverso una delle fasi più cruciali della sua storia, di fronte i trasferimenti interni, come le tensioni geostrategiche della regione."

L'esperto ha sottolineato che il particolare contesto di crisi non è la stessa come l'anno 1980. Ha spiegato che "c'è una differenza tra il periodo 1986 e la situazione attuale, lo stock di debito nel 2015 (capitale e servizi) è inferiore a 4 miliardi e debito interno, meno di $ 1 miliardo e riserve in valuta estera si chiuderà anche andamenti negativi dei valore delle importazioni di beni e servizi (vedere le statistiche doganali pubblicate 21 Settembre 2015 per i primi otto mesi) tra 135/140 miliardi di fine del 2015.

Sarà ben utilizzato, per essere un ammortizzatore sociale, per evitare di trovarsi faccia a il FMI nel 2018 conducendo attuali e con urgenza importanti riforme strutturali. "Per quanto riguarda il potere d'acquisto, la principale preoccupazione del cittadino comune, il dottor Mebtoul annuncia che" per piccoli sussidi, la situazione è amaro.

In assenza di meccanismi di regolazione e controllo, grandi i prezzi dei prodotti di consumo sono consapevoli, come al solito, soprattutto alla vigilia del mese di Ramadhan, feste religiose e sull'approccio dei rendimenti sociali, la aumenti senza precedenti, le organizzazioni dovrebbero fare i commercianti che hanno un impatto limitato a predicare nel deserto.

Questa è la realtà per la maggior parte delle famiglie è che l'inflazione per i beni di base ha un impatto diretto sul potere d'acquisto. L'aumento dei prezzi è considerata importante uno dei motivi diretti per la trasformazione di disagio latente in rivolte urbane. "

L'esperto ha identificato quattro ragioni per l'inflazione in Algeria. Per lui: "In primo luogo, l'inflazione non è proporzionalità tra la spesa pubblica e gli impatti economici e sociali con un tasso di crescita non superiore al 2-3% medio 2004/2015 quando dovrebbe superare il 10% della funzione l'importanza della spesa pubblica. Questo ha ovviamente un impatto sia sul tasso di inflazione sul tasso di disoccupazione reale è molto più elevato rispetto al tasso ufficiale.

Un recente studio dell'OCSE dimostra chiaramente, tra alcuni paesi del Mediterraneo, come l'Algeria spende il doppio per la metà dei risultati: progetti mirati male, l'infrastruttura costituisce solo un mezzo, un governo misto, impresa e la conoscenza svalutato, cattiva gestione e soprattutto corruzione che ha socializzato. "