Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

sabato 7 dicembre 2013

Mondiale, stampa inglese: "Gruppo della morte". E il presidente FA "si taglia la gola"


Slimane+Melab
Ogni volta che se fanno i sorteggi mondiali, escono fuori delle polemiche che non portano in nessuna parte e soprattutto non producono dei risultati positivi al centro delle cerchie sportivi. Nel 2006, la Francia aveva eliminato tutte le grandi squadre: Brasile, Portogallo e Spagna e mentre l'Italia eliminava Australia e Ucraina, poi successivamente La Germania. Addirittura va in finale contro la Francia. Se dobbiamo parlare di merito ma non è il caso, qua si tratta di lottare e di vincere con tutte le maniere e complimenti all'Italia che aveva tenuto duro fino ai rigori. Chi è qualificato a questo mondiale, non è per caso o sentito dire, bisogna rispettare tutte le squadre qualificate e non dobbiamo sottovalutare nessuna. Una grande squadra non deve temere nessuno in particolare , le scuse del clima o altro non debbano influire sul sistema di gioco, il mondiale dura solo un mese, non se va per restarci. Il Brasile vinse il mondiale del 1958 in Svezia. Senza bersagliare nessuno in particolare, dobbiamo essere positivi e pensare a giocare a calcio contro chiunque e senza paura. Non esiste una squadra "materasso", e quanto riguarda i gironi, dovrebbero lamentarsene di più le "piccole" squadre e non le " grande". Un caloroso saluto a tutti gli sportivi d'Italia.
Il gesto di Greg Dyke, presidente della Fa, dopo il sorteggio Mondiale
Il gesto di Greg Dyke, presidente della Fa, dopo il sorteggio Mondiale