Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

martedì 23 settembre 2014

Perché lo sciopero Air France è costato 20.000.000 € al giorno

Secondo "Le Point.fr"
Il nono giorno di sciopero e la situazione di stallo continua, il danno collaterale è significativo e riguarda tutto l'economia aeroporto.
Le bras de fer chez Air France autour du projet de filiale low cost Transavia se poursuit.
Il braccio di ferro a Air France sul progetto per la controllata low cost Transavia continua. © ANADOLU AGENCY
Tra 15 e 20 milioni di euro. Questo è il costo, tutti i giorni, lo sciopero da Air France piloti. Il management ha rivisto al rialzo il dato inizialmente stimato tra i 10 ei 15 milioni di euro. L'aggiornamento è dovuto a richieste di risarcimento dei passeggeri in arrivo e in seguito ad una perdita di più entrate del previsto. Il reale impatto sul margine operativo lordo, Ebitda sarà noto alla fine del mese e quantificare il degrado dei conti del gruppo Air France-KLM.
Il costo dello sciopero viene valutato, in primo luogo, in termini di perdita di entrate. Esso è legato ai passeggeri che sono oggetto di rimborso per i biglietti e viaggiano con un'altra compagnia aerea o TGV. Si noti che le cancellazioni generano anche una perdita di entrate nel settore del trasporto merci, come le stive degli aeromobili di lungo raggio sono ampiamente coinvolti nel fatturato dei voli. Un passeggero che ha rinviato il suo viaggio in una data successiva rappresenta anche una perdita per la società, perché, dato il fattore di carico elevato (89% in agosto) aeroplani, occuperà un posto che avrebbe potuto essere venduto.
Con la perdita di entrate, oltre al risarcimento legale o di business offerti dalla società. Quando un volo viene cancellato se il passeggero non è stato avvertito, il risarcimento può variare tra 250, 400 e 600 a seconda della distanza del viaggio (inferiore a 1 500 km, tra 1 500 e 3 500 km; più di 3500 km). Come centinaia di migliaia di SMS sono stati mandarono ai passeggeri e quasi 7.000 dipendenti mobilitati per trovare soluzioni alternative.
Charter 10.000 € all'ora
Deviazione di passeggeri a bordo di un aereo di una compagnia concorrente via Francoforte (Lufthansa), Londra (British Airways), Madrid (Iberia), ecc, rimane una soluzione costosa, perché i biglietti sono acquistati a prezzo pieno. Questo è il motivo per cui un vero e proprio ponte aereo è stato mantenuto tra Roissy-CDG e Amsterdam con A321, la versione più lunga del medio raggio Airbus con 221 posti a sedere. Questo permette ai passeggeri percorso lungo raggio che prendono in prestito poi voli Amsterdam KLM in connessione con il mondo. Si tratta di un anti-crisi armi Air France-KLM.
Un'altra soluzione è quella di utilizzare l'ampio condiviso con le compagnie aeree partner che applicano tariffe negoziate a monte e ragionevole Aeroflot per Mosca, per i voli Delta-americane, Air Corsica per la Corsica, ecc In una tale situazione, l'arte di buone scelte (o meno peggio) è determinante. Il noleggio di altre società è costoso (da 10 000 € / ora jumbo). Avere 150 000 per un viaggio di andata transatlantico. Questo rimane limitato a causa della mancanza di capacità disponibili in questo periodo dell'anno. Molte grandi compagnie sono infatti mobilitati per trasportare i pellegrini Hajj alla Mecca. Così possiamo contare sulle dita di una mano la carta giornaliera dall'inizio dello sciopero Air France. Il collegamento Parigi-Montreal fornita da un Boeing 747-400 Corsair è la carta principale.
Il risparmio di carburante con i principali stipendi pilota
Le voci di spesa appaiono anche i costi fissi della società e dei costi di capitale e di ammortamento degli aeromobili. A 777-300ER, il cuore della flotta Air France, che rappresenta poco meno di un milione di dollari al mese di interessi passivi, quasi 25.000 euro al giorno. E ci sono 64 in servizio. Medio raggio A320 costo meno, quasi la metà.
Side "risparmio", oltre a stipendi pilota non sono pagati (15-20% del prezzo del biglietto), troviamo il conto del carburante. Il prezzo di una tonnellata di cherosene varia aeroporti, fluttua con il traffico locale, in modo che il flusso di petrolio, tasse locali e il costo di routing. Contando migliaia di euro per tonnellata in media. Un aereo di medio raggio consumare due tonnellate all'ora.
Altre voci di bilancio congelati, le spese di manutenzione e di navigazione aerea. Quest'ultimo è sempre più in carica dal volo ora. Altri costi variabili vengono salvati come ristorazione (pasti a bordo), tasse di atterraggio, navette aeroportuali, i servizi forniti di tutto il piano di assistenza da parte delle imprese di assistenza a terra (pulizia, bagaglio di carico , ecc). Tranne nel caso di un dipendente di Air France e del personale mensile versato. Le hostess e steward (l'equipaggio di cabina) continuano a ricevere la maggior parte della loro paga, anche se non volano.
Dieci milioni in meno per i taxi
Il danno collaterale è notevole. In media, 270.000 passeggeri al giorno in Roissy-CDG e Orly. Passano in negozi, bar, ristoranti e servizi vari a € 20 ciascuno. Con un volo su due cancellato, si stima che il 30% diminuzione del numero di passeggeri. Infine, in otto giorni, è quindici milioni che salterà le casse dei commercianti. A 120 € andata e ritorno gara Roissy-CDG, possiamo anche calcolare il deficit per i taxi, dell'ordine di € 10.000.000 in una settimana. Aeroporto parcheggi sono anche sperimentando queste perdite inattese.
Aeroporti vivono in parte a causa di tasse di atterraggio degli aeromobili, ma anche servizi per i passeggeri, parcheggi, ecc Quando un Airbus A380 solleva le ruote a Parigi-CDG, la quota è di circa 1.700 euro, proporzionale alla massa (560 tonnellate). Se semplicemente parcheggiato durante uno sciopero, per esempio, avere 180 € all'ora. Ma senza il volo, l'intera economia del l'aeroporto è sconvolto e molti posti di lavoro a rischio.