Sono un Freelance, commento e scrivo articoli su diversi temi come la sociologia , le religione , la politica , gli avvenimenti storici , culturali , ambientali , ecologici ecc...

giovedì 6 febbraio 2014

Tunisia, il presunto assassino di Chokri Belaid eliminato!!!

Secondo Algérie 360.com,
I servizi di sicurezza tunisine hanno reso Martedì scorso, una prodezza di armi.
Sono riusciti a uscire di pericolo durante un'operazione antiterrorismo in spiaggia Raoud nella periferia di Tunisi, il presunto assassinio dell'avversario Chokri Belaid. Questo è Gadhgadhi Kamel, un comandante di Ansar al-Sharia, un gruppo terroristico affiliato ad al Qaeda.
L'attacco, che è stato effettuato un anno fa, di giorno in giorno, ha scosso la Tunisia e ha precipitato il paese in una crisi politica. "Gadhgadhi, che era ricercato per l'omicidio di Mohamed Chokri Belaid e Brahmi, due feroci critici del partito Ennahdha, e sette soldati, alcuni dei quali sono stati uccisi a Mount Chaâmbi di luglio scorso, è tra i morti. L'indagine e l'analisi ha rivelato la sua identità ", ha detto il ministro dell'Interno, Lotfi Ben Djeddou in una conferenza stampa.
Questo è il dono più grande che possiamo dare ai tunisini un anno dopo l'omicidio di Belaid, "ha detto. Unità speciali della Guardia Nazionale, che ha condotto una operazione che è durata quasi 20 ore, sono stati in grado di eliminare gli altri sette membri di Ansar al-Sharia "pesantemente armati" e inserire "tre kalashnikov, bombe artigianali, cinture esplosivi, munizioni e 600 kg di esplosivo TNT ".
Questa azione si presenta come una serie di eventi sono previsti per commemorare l'anniversario della morte di Chokri Belaid. Compresa una fiaccolata sul viale Habib Bourguiba, una conferenza stampa per svelare gli ultimi sviluppi nelle indagini, seguita da una marcia e una manifestazione al cimitero El Jallez Sabato a riecheggiare il 8 febbraio 2013, il giorno del suo funerale.
E, tra i due "momenti", la celebrazione ufficiale della adozione prevista per il 26 gennaio scorso, la nuova Costituzione, dopo diversi mesi di difficili negoziati. Diversi leader stranieri, tra cui il primo ministro Abdelmalek Sellal rappresentante del presidente Bouteflika, sono tenuti a partecipare alla cerimonia. Le famiglie dei due critici di Ennahdha gridano allo scandalo.
Per loro, annunciando la morte di Kamel Gadhgadhi, il Ministero degli Interni e Ennahdha cerca una cosa: di chiudere il file di assassinii politici in Tunisia riassumendo l'unica persona che lo gestisce. Secondo Adnène Brahmi Brahmi figlio del defunto, "Gadhgadhi è solo uno strumento." "La priorità, ha detto, è quello di scoprire i veri sponsor delle due omicidi e scoprire la verità circa i due casi." Hamma Hammami, portavoce del Fronte Popolare, assicura Al Jabha continuare a organizzare manifestazioni settimanali davanti alla sede del Ministero dell'Interno per chiedere alle autorità di rivelare i nomi delle persone coinvolte nell'assassinio di Chokri Belaid.
Ben si Djeddou difende. "I terroristi sono stati chiamati attraverso gli altoparlanti di andare, abbiamo voluto evitare di ucciderli, ma sono testardo," ha detto. Secondo Mohamed Ali Aroui, portavoce del ministero, "alcuni hanno tentato di effettuare operazioni suicide attivando le cinture esplosive che si avvicinano le unità di sicurezza."
Per dimostrare che i servizi di sicurezza tunisini garantiscono grano, Ben Jeddou dà alcune cifre. "1343 imputato del reato di terrorismo sono stati perseguiti nel 2013", ha detto prima di dare il numero di persone arrestate per il loro coinvolgimento nel mandare i giovani tunisini reti in Siria: 293. "Più di 8.000 ragazzi e ragazze sono stati oggetto di un divieto di viaggio, su richiesta delle loro famiglie", ha detto.